Cronaca

Fa mettere la droga nell’auto della collega per vendetta, arrestato capo dei vigili

Comandante dei vigili di Corbetta arrestata con cocaina in auto: la trappola tesa da un altro vigile, ora arrestato

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda del comandante dei vigili di Corbetta arrestata per detenzione di cocaina. Quella droga sarebbe stata messa nell’auto da Salvatore Furci, ora comandante della Polizia Locale di Trezzano sul Naviglio, arrestato nelle scorse ore dalla Polizia di Stato. Furci avrebbe provato a vendicarsi del comandante Lia Vismara il cui parere negativo non gli avrebbe consentito di diventare ufficiale al Comando di Polizia locale del Comune di Corbetta.

Corbetta, comandante dei vigili arrestata con cocaina in auto: era una trappola

Oltre a Furci, è finito in manette un cittadino albanese, Mariglen Memushim, ritenuto l’uomo che ha messo la droga nella macchina e che aveva fatto la soffiata ai carabinieri. Le accuse per tutti e due sono di calunnia aggravata e detenzione di stupefacenti.

L’accusa

“Dopo quindici mesi iniziamo a vedere la luce sulla verità: la comandante della Polizia Locale Lia Gaia Vismara è stata scagionata, in quanto la direzione antimafia ha appurato che è stata vittima di un complotto in stile mafioso, orchestrato per colpire l’amministrazione comunale di Corbetta” ha dichiarato all’ANSA il sindaco di Corbetta Marco Ballarini.

Quando la notizia è uscita mi sono ritrovato la mia fotografia in prima pagina ma sapevo che si trattava di un complotto e mi sono sempre schierato dalla parte della comandante e della verità, che oggi è finalmente emersa”. Infine il sindaco ha concluso affermando che “ora auspichiamo che se vi siano stati altri fiancheggiatori di questa terrificante vicenda, anche nelle forze dell’ordine, vengano puniti”.

Articoli correlati

Back to top button