Coronavirus: gli anziani contano il maggior numero di morti per la malattia

coronavirus-anziani-maggior-numero-morti

Coronavirus: gli anziani contano il maggior numero di morti per la malattia. Non si registrano invece decessi al di sotto dei 9 anni di età

Coronavirus: gli anziani contano il maggior numero di morti per la malattia. Non si registrano invece decessi al di sotto dei 9 anni di età.

Coronavirus, ecco chi è a maggior rischio morte

Il coronavirus uccide soprattutto gli anziani, specialmente quelli che rientrano nella classe degli over 80. I bambini invece hanno fatto registrare in numero di decessi nettamente inferiore, anzi a dirla tutta non ci sono vittime al di sotto dei 9 anni.

A riportare questi dati legati alla Sars-Cov-2 sono stati gli studiosi di epidemiologia che hanno lavorato su oltre 44mila casi discussi poi sulla Chinese Journal of Epidemiology. L’analisi del Chinese Centre for Disease Control and Prevention ha infatti, riscontrato una mortalità per il virus del 2,9% nella provincia di Hubei, ‘epicentrò dell’epidemia, nel resto della Cina è dello 0,4%.

L’80,9% delle infezioni è lieve, il 13,8% grave nel 4,7% si tratta di casi critici, con sintomi come insufficienza respiratoria, shock settico o insufficienza multiorgano. L’86% dei casi si è verificato nei pazienti tra 30 e 79 anni. Il rischio di morte è maggiore tra gli uomini (2,8%) che tra le donne (1,7%), e il tasso di mortalità cresce dallo 0,2% tra 10 e 39 anni al 14,8% sopra gli 80. »Oltre all’età – scrivono gli autori – un altro fattore di rischio è la presenza di malattie preesistenti, in primis quelle cardiovascolari, diabete, insufficienza respiratoria cronica e ipertensione».

TAG