Cronaca

Campania, incubo Covid sugli autobus dall’Est con badanti e operai

La paura del coronavirus in Campania viaggia sugli autobus diretti verso i paesi dell’Est. Partono da Napoli ma non solo per arrivare a Budapest dopo oltre 24 ore di viaggio. Una fermata a Milano, poi un passaggio a Trieste e diretti in Ungheria. Con la cifra di centoventinove euro si arriva ad Est e in questo periodo porta maggiormente braccianti che da maggio e settembre che arrivano da Bulgaria Romania per raggiungere la Campania e la Pugliua per lavorare nelle terre.

Coronavirus in Campania, paura sugli autobus dai paesi dell’Est

Su uno di questi torpedoni si sarebbe “imbarcato” il coronavirus, innescando il contagio di ritorno che ha fatto impennare i numeri in Campania. Una donna di 32 anni, rumena, era incinta: è arrivata all’ospedale di Nola con le doglie ed è risultata positiva al Covid-19 come ricorda Il Mattino. Durante il viaggio c’è stata la fermata a Mondragone dove sono saliti alcuni cittadini bulgari: in un ambiente così ristretto, con finestrini chiusi e aria condizionata in funzione, basta una sola persona positiva per innescare un maxi-contagio.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button