Politica

Coronavirus, nel decreto aprile si va verso lo stop ai licenziamenti per altri 2 mesi

Niente licenziamenti per altri due mesi, rinnovo dei congedi parentali e del bonus babysitter. Il decreto Cura Italia di aprile si prepara a prorogare di due mesi le misure già previste nel precedente provvedimento per tamponare la crisi generata dall’emergenza coronavirus.

Coronavirus, niente licenziamenti per altri 2 mesi

Secondo le prime anticipazioni sul prossimo decreto di aprile il governo dovrebbe inserire una proroga della sospensione dei licenziamenti collettivi e dei licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo (ad esempio ragioni inerenti all’attività produttiva, e all’organizzazione del lavoro), che era già prevista nel Cura Italia. Stop ai licenziamenti per altri due mesi quindi.

Nel provvedimento approvato a marzo era previsto uno stop di 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto, quindi fino al 18 maggio. La nuova misura completerebbe in questo modo il pacchetto di protezione del lavoro, che dovrebbe vedere uno stanziamento di circa 24 miliardi per il rinnovo di tutti gli ammortizzatori.

Nel decreto di aprile ci sarà anche il rinnovo dei congedi speciali e del bonus babysitter da 600 euro per aiutare i genitori con i figli che sono a casa da scuola per via dell’emergenza Coronavirus. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. Il congedo speciale, secondo quanto riporta Ansa, dovrebbe essere di altri 15 giorni retribuiti al 50 per cento di cui i genitori (uno solo o dividendoli tra entrambi) potranno usufruire fino a settembre.


Leggi anche:

Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button