Coronavirus, a Eboli organizzata raccolta firme contro il trasferimento degli anziani di Sala Consilina

raccolta-firme

A Eboli in queste ore è partita una raccolta firme contro il trasferimento degli anziani contagiati di una casa di riposo di Sala Consilina

A Eboli in queste ore è partita una raccolta firme contro il trasferimento degli anziani di una casa di riposo di Sala Consilina risultati positivi al Coronavirus. La decisione di trasferire gli anziani dalla casa di riposo al Campolongo Hospital di Eboli è stata presa nella giornata di ieri dalle autorità sanitarie, ma a Eboli qualcuno si oppone.

Eboli, raccolta firme contro il trasferimento degli anziani di Sala Consilina

Il comitato per la tutela della salute pubblica guidato da Rosa Adelizzi e la FISI guidata da Rolando Scotillo hanno lanciato una raccolta firme sul web, a cui stanno aderendo pochi cittadini, per impedire il trasferimento, esprimendo preoccupazioni in merito all’ipotetica creazione di nuovi focolai di infezione.

Queste le dichiarazioni di Rosa Adelizzi: “Non si tratta di razzismo o poca solidarietà nei confronti di persone anziane che ben potevano essere assistite, con l’aiuto della ASL, nel centro da dove è stato trovato il focolaio di infezione.”

Rincara la dose Rolando Scotillo: “Riteniamo, per una serie di motivi oggettivi, che detto trasferimento “non s’ha da fare” per la sua implicazione logica di incongruenza a motivi di salute pubblica e che, questa volta, le Istituzioni non debbano girarsi dall’altra parte. Stiamo parlando di una struttura che ha evidenziato inconfutabilmente, nelle settimane scorse, di non essere attrezzata neppure per gestire una paziente contagiata che poi ha fatto trasferire presso l’Ospedale di Eboli, con tutte le complicazioni del caso: “Polmonite nosocomiale” il motivo del trasferimento. Ricordiamo a tutti che alla signora, poi deceduta, invece è stata riscontrata radiograficamente ad Eboli una “Polmonite interstiziale”, segno inconfutabile – insieme alla febbre – di una infezione da COVID”.

TAG