Cronaca

Coronavirus, gli esperti: “Seguite le regole e a metà maggio ne usciamo”

Un gruppo di esperti tra epidemiologi, medici e virologi ha varato alcuni consigli che se seguiti potrebbero portare in breve tempo a superare l’emergenza coronavirus. “Disinfettate le superfici, mangiate e bevete tutto: il virus non si trasmette con cibo e acqua. Le restrizioni diminuiranno in aprile”. Se tutti i cittadini seguissero pedissequamente le norme imposte dal governo, “a metà maggio ne usciamo”.

Coronavirus, i consigli degli esperti

Sono moltissime le violazioni al decreto del governo registrate in questi giorni: gli esperti, però, hanno descritto alcuni consigli da seguire per superare il coronavirus. Con la collaborazione di tutti è possibile debellare il virus e uscire dall’emergenza già per la metà del mese di maggio.

Fausto Francia, collabora gratuitamente da tre anni con il Dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl di Bologna.

Intervistato da Repubblica, ha rivelato che “l’Emilia-Romagna ha reagito bene” alle misure anti-coronavirus adottate dal premier, “ha fatto quel che doveva”. “Ma ora state a casa – ribadisce -, lavatevi le mani, aprite le finestre, non abbiate paura di bere l’acqua del rubinetto. La vitamina C? Hanno provato a rifilarla anche a me… Penso che ne usciremo a maggio, ma non staremo certo in quarantena fino ad allora: con un calo dei contagi il governo allenterà i vincoli”.

Secondo le previsioni di Francia, potremmo superare l’emergenza “a metà maggio”. Ma avverte: “Non vuol dire che fino ad allora dovremo stare in quarantena. Toccato il picco, che alcuni modelli matematici individuano a fine marzo, scatterà la fase di decrescita e i casi caleranno. Lì il governo potrà allentare i vincoli”.


Segui gli ultimi aggiornamenti sull’emergenza coronavirus in Italia cliccando qui

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto