Cronaca

Coronavirus, l’Italia rimarrà chiusa fino al 3 maggio: lockdown prorogato

Emergenza coronavirus, l‘Italia rimarrà chiusa fino al 3 maggio. Nella giornata di oggi il premier Giuseppe Conte annuncerà l’ennesimo Dpcm per contrastare la diffusione del Covid-19. Il lockdown sarà prorogato.

Coronavirus, l’Italia rimarrà chiusa fino al 3 maggio

Oggi il premier annuncerà il Dpcm dove si parlerà di un eventuale riapertura dopo il 4 maggio. Ci saranno pochissime deroghe. Apriranno le imprese delle filiere legate all’agroalimentare, alla farmaceutica e alla meccanica. Successivamente toccherà alle cartolibrerie e le librerie. Sempre con l’obbligo di rispettare le misure di prevenzione e distanziamento sociale.
La fase due ipotizzata a partire dal 14 aprile slitta. Dopo le feste di Pasqua non cambierà nulla per altri 21 giorni.

Sul tavolo del governo c’è la possibilità che la ripartenza delle attività produttive e commerciali sia gestita e scaglionata a seconda dei territori. La fase due sarà anche vincolata dai passi in avanti ottenuti nel frattempo per monitorare il virus. Dalle app allo screening di massa. Di sicuro il momento della «convivenza con il coronavirus», per citare le parole di Conte, si allontana. Il distanziamento sociale farà parte della vita di tutti: dai mezzi pubblici ai posti di lavoro, passando per i negozi.
«Al momento non siamo nelle condizioni di riaprire le attività produttive», ha ripetuto Conte durante il valzer di videoconferenze avute ieri con sindacati, governatori e sindaci. «Rischieremmo di far risalire la curva dei contagi – è stato il ragionamento del premier – e di vanificare i risultati che abbiamo ottenuto con le misure messe in atto dal governo».

Coronavirus, gli aggiornamenti

Articoli correlati

Back to top button