Cronaca

Coronavirus, morto un agente della Polizia penitenziaria di Milano: la conferma dal ministero della Giustizia

Coronavirus, morto un agente della Polizia penitenziaria di Milano: si tratta di un assistente capo, deceduto oggi all’ospedale milanese Humanitas, dove era ricoverato da alcuni giorni. L’uomo era in isolamento dal 9 marzo.

Morto un agente della Polizia penitenziaria positivo al coronavirus

La vittima, la seconda tra le fila degli agenti penitenziari, è un assistente capo, originario della provincia di Foggia, lascia moglie e figli. L’uomo lavorava nel carcere di Milano Opera, e il 9 marzo scorso, ai primi sintomi, era stato posto in isolamento precauzionale. Nel 2014, l’agente aveva ricevuto una medaglia di bronzo al Merito di servizio.

L’allarme

Secondo il segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria Aldo Di Giacomo “Sono almeno 200 gli agenti contagiati in tutta Italia, 30 solo in Lombardia, tra loro anche cinque medici, un infermiere e il provveditore regionale”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button