Cronaca

Coronavirus, il New York Times pubblica nomi di mille vittime in prima pagina “Non sono solo numeri”

Coronavirus, il New York Times ha scelto di pubblicare, nell’edizione domenicale, i nomi di mille delle vittime. Sulla prima pagina di oggi sono riportati i nomi e le storie di quella che è solo una minima parte di coloro che hanno perso la vita a causa della pandemia.

Coronavirus, i nomi di 1000 vittime sul New York Times

Mentre negli Stati Uniti e in tutto il continente americano la pandemia continua senza sosta, si pensa a coloro che non ci sono più, e si cerca di sensibilizzare le persone sbattendo loro in faccia, letteralmente, quella che è la realtà dei fatti: migliaia di morti, migliaia di famiglie che piangono, storie, non numeri.

Tante vite interrotte

È stato con questo intento che uno dei quotidiani più longevi e letti del mondo, il New York Times, ha pubblicato in prima pagina, nell’edizione domenicale, i nomi di mille delle vittime che il coronavirus ha causato, fin ora. Una percentuale irrisoria rispetto al totale, ma che fa capire quanto ancora, al di là dei proclami trionfalistici del Presidente Trump, ci sia ancora da combattere.

La dura realtà

“Mille persone rappresentano solo l’1% del bilancio totale dei morti, ma nessuno di loro era solo un numero”, si legge nell’introduzione al pezzo, il cui testo è interamente occupato dai nomi e da brevi necrologi che raccontano come dietro quei numeri ci siamo delle storie, delle persone, cosa che in questo momento così difficile, spesso si tende a nascondere dietro statistiche e freddi dati percentuali.


coronavirus-new-york-times-nomi-vittime-prima-pagina


 

Articoli correlati

Back to top button