Coronavirus, tamponi evidenziano altri tre contagiati: “In Lombardia 6 casi”

coronavirus-ospedale-sei-casi

Coronavirus in Lombardia, altri tre casi nel giro di poche ore. La moglie di M.M non ha presentato sintomi fino al momento del trasferimento

Altri tre casi di coronavirus in Lombardia. Lo ha annunciato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera durante una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Lombardia.

Coronavirus in Lombardia, altri tre casi

Durante la conferenza, Gallera ha spiegato: “Lavoriamo per individuare tutti i contatti diretti delle persone contagiate. Da tamponi sono stati evidenziati altri tre casi, siamo a 6 casi in tutto in Lombardia”.

“Sappiamo dove abitano, alcuni non sono in grado di dare informazioni in merito, perché si tratta di quadri clinici di polmoniti importanti”, hanno spiegato i tecnici della Regione. “Abbiamo circa 250 persone che stiamo mettendo in isolamento”, ha aggiunto l’assessore.

Le condizioni della moglie del 38enne

La moglie di M.M, risultato positivo al Coronavirus e che versa in condizioni gravi, non ha presentato sintomi fino al momento del trasferimento all‘ospedale Sacco di Milano. Come riportato da FanPageV.S., è incinta di 7 mesi.

L’invito a restare a casa

L’assessore Gallera inoltre ha invitato “tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali. Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori l’indicazione perentoria è di non recarsi in pronto soccorso ma di contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure ad eseguire eventualmente i test necessari a domicilio.

È attiva da ieri sera una task force regionale che sta operando in stretto contatto con il Ministero della Salute e con la Protezione Civile. La maggior parte dei contatti delle persone risultate positive al coronavirus è stata individuata e sottoposta agli accertamenti e alle misure necessarie”.

TAG