Coronavirus, oltre 40mila positivi “invisibili” in Campania: i dati Istat

coronavirus-campania-bollettino-2-agosto

Coronavirus, alla luce dei risultati della campagna sierologica, l’Istat ha fatto una stima dei cosiddetti “positivi invisibili” al Covid in Italia

Coronavirus, alla luce dei risultati della campagna sierologica, l’Istat ha fatto una stima dei cosiddetti “positivi invisibili” al Covid in Italia. In Campania la quota di popolazione “attaccata” dal virus è molto più bassa: lo 0,7% dei residenti. In pratica, si tratta di quasi 43mila persone, a fronte dei 4.842 positivi ufficiali.

Coronavirus in Campania, i dati Istat

In Italia i pazienti ufficiali del Covid19 sono circa 245mila ma 1,5 milioni di persone ha sviluppato gli anticorpi specifici (2,5% della popolazione). Vuol dire che per 1 paziente acclarato, altri 6 sono rimasti invisibili. In Campania la quota di popolazione “attaccata” è molto più bassa. Quindi il rapporto fra diagnosticati e invisibili è più alto: 1 a 9.

Nella nostra regione, come abbiamo visto e come sappiamo da mesi, il virus ha circolato poco. La situazione è ancora migliore nel resto del Mezzogiorno. Invece il rapporto fra pazienti ufficiali e positivi sierologici è più alto: 1 a 9 in Campania contro 1 a 6 a livello nazionale (Lombardia 1 a 8).

Per esempio: se la Regione avesse fatto un numero maggiore di tamponi, sarebbero emersi più casi clinici, quindi avremmo avuto più pazienti ufficiali, quindi il rapporto sarebbe diminuito avvicinandosi alla media nazionale. Ma, soprattutto, avremmo messo sotto controllo gli asintomatici e le possibili micce del contagio.

TAG