CronacaScienza e Tecnologia

Coronavirus, non solo tosse e febbre: sono 6 in più i sintomi. Ecco quali sono

Nuovo Coronavirus, non solo tosse e febbre: sono sei in più i sintomi del covid-19. Fiato corto, tosse e febbre aggiunti brividi, ripetuti tremori, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola, perdita di gusto e olfatto.

Coronavirus, non solo tosse e febbre: sono 6 in più i sintomi

Covid-19 una malattia subdola e dal decorso erosivo rapido e invalidante. Lo sanno bene i medici di ogni parte del mondo che stanno curando i contagiati, e che ogni giorno imparano qualcosa in più sugli effetti del nuovo covid, sui sintomi e i ‘danni’ che provoca all’organismo umano.

I sei sintomi più comuni

I Centers for Disease Control and Prevention hanno aggiunto sei sintomi alla loro lista sul coronavirus, suggerendo che gli esperti stiano acquisendo ulteriori informazioni nel corso della pandemia: brividi, ripetuti tremori con brividi, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola, perdita di gusto e olfatto. In precedenza, l’agenzia sanitaria americana aveva elencato solo tre sintomi: fiato corto, tosse e febbre.

I sintomi del coronavirus

Questi compaiono spesso:

  • tosse (perlopiù secca)
  • mal di gola
  • affanno
  • febbre, sensazione di febbre
  • dolori muscolari
  • perdita improvvisa dell’olfatto e/o del gusto

Questi invece raramente:

  • mal di testa
  • sintomi gastrointestinali
  • congiuntivite
  • raffreddore

I sintomi di malattia possono variare sensibilmente ed essere anche lievi. Possono però presentarsi complicazioni, come una polmonite.

Se avvertite uno o più sintomi frequenti, vi siete eventualmente ammalati del nuovo coronavirus.

In questo caso:

  • Restate a casa.
  • Rivolgetevi a un medico o una struttura sanitaria per chiedere se dovete sottoporvi al test.
  • Leggete le istruzioni sull’Auto-isolamento e rispettatele sistematicamente.

Decorso della malattia

La malattia da nuovo coronavirus può avere un decorso molto diverso da una persona all’altra. Alcune persone non presentano sintomi e si accorgono a malapena di essere ammalate. Altre invece necessitano di cure intense in ospedale.

Nessun sintomo

Vi sono persone che seppur contagiate non presentano sintomi. Per questo non sanno di aver contratto il virus e pertanto possono trasmetterlo inavvertitamente ad altre persone.

Decorso blando

Per gran parte dei contagiati il decorso della malattia è blando. Ossia presentano sintomi che rimangono lievi. Un decorso blando lo hanno soprattutto le persone sane, di età inferiore a 65 anni.

Decorso grave

Nel caso di un decorso grave, all’inizio i sintomi sono lievi e dopo circa cinque fino a dieci giorni si aggravano. Sorgono difficoltà respiratorie che possono sfociare in una polmonite. In questo caso la persona malata necessita di cure in ospedale e spesso anche di ossigeno.

Di regola la malattia dura da una a quattro settimane. Con un trattamento medico adeguato, la maggior parte delle persone malate guarisce. Gli esperti presumono attualmente che dopo una guarigione si è immuni a un nuovo contagio.

Un decorso grave può avvenire a ogni età: nei bambini e negli adolescenti è però molto raro. Per contro per le persone particolarmente a rischio, la probabilità di un decorso grave è elevato.

Decorso critico

In alcune persone i sintomi legati alle vie respiratorie si aggravano a tal punto da necessitare cure intense. In questo caso la funzione respiratoria è supportata artificialmente.

Grazie a cure intense tempestive, più della metà dei malati sopravvive a un decorso critico. Dopo poche settimane sono guariti. Gli esperti presumono attualmente che dopo una guarigione si è immuni a un nuovo contagio.

Secondo le conoscenze attuali, dall’uno al due per cento delle persone risultate positive al test muoiono per le conseguenze della malattia.


Leggi anche:

Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button