Coronavirus: mangiare al ristorante è l’attività più a rischio contagio, lo studio del Cdc degli Stati Uniti

coronavirus-ristorante-rischio-contagio-studio

Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono

Mangiare al ristorante sembra essere tra le attività nei luoghi pubblici, più a rischio contagio da Coronavirus. Lo afferma uno studio del CDC (Centro controllo e prevenzione delle malattie) degli Stati Uniti, che ha riscontrato una probabilità doppia di essere trovati positivi al tampone nelle persone che avevano mangiato fuori nei 15 giorni precedenti l’analisi.

I luoghi pubblici più esposti al rischio di contagio

La ricerca ha confrontato circa 150 soggetti risultati positivi a luglio in 10 Stati, a cui sono state fatte domande sulle attività in comunità, con altrettanti negativi. Non sono emerse differenze significative nel rischio per lo shopping, le riunioni in casa con meno di 10 persone, per la frequentazione di uffici, palestre, parrucchieri, trasporti pubblici o cerimonie religiose. Chi invece era stato in un ristorante ha mostrato una probabilità doppia di contagio.

L’esposizione al virus al ristorante è stata legata alla circolazione dell’aria – scrivono gli autori dello studio – la direzione e l’intensità dei flussi potrebbero influire sulla trasmissione del virus anche se le misure di distanziamento sono applicate correttamente. Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono“.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG