Cronaca

Corruzione, blitz dei carabinieri al Comune: arrestata la sindaca di Terracina Roberta Tintari

Blitz dei carabinieri al comune di Terracina: arrestata per corruzione anche la sindaca Roberta Tintari. Altri tre gli arresti

Blitz dei carabinieri al comune di Terracina: arrestata per corruzione anche la sindaca Roberta Tintari. L’operazione è avvenuta nella giornata di oggi, martedì 19 luglio. Stando a quanto si apprende, sono stati raggiunti da misure cautelari, tra gli altri, anche il presidente del Consiglio Comunale e due assessori.

Terracina, arrestata per corruzione la sindaca Roberta Tintari

Nel complesso sono 5 gli arresti effettuati dai carabinieri e dalla Capitaneria di Porto. L’indagine è coordinata dalla Procura di Latina e riguarda il settore del demanio marittimo. In particolare alla sindaca Tintari sono contestati i reati di turbata libertà degli incanti e falso in relazione alla gestione dell’arenile comunale. I fatti risalgono al 2019 e nel procedimento è coinvolto anche il vicesindaco Pierpaolo Marcuzzi, già raggiunto da misura cautelare nel gennaio scorso.

Indagato anche l’europarlamentare Nicola Procaccini

Nella maxi inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari la sindaca di Terracina Roberta Tintari, c’è anche il nome di Nicola Procaccini. L’europarlamentare di Fratelli d’Italia è uno degli uomini forti di Fratelli d’Italia in provincia di Latina, già portavoce di Giorgia Meloni ai tempi del ministero della Gioventù, è stato anche sindaco di Terracina, sua città d’origine, per due mandati. Tintari era stata la sua vicesindaca fino al 2019, quando ha conquistato un seggio un Bruxelles. Ai domiciliari finito di nuovo anche l’ex vicesindaco Pierpaolo Marcuzzi, già arrestato sei mesi fa, che aveva seguito Procaccini all’Europarlamento in qualità di collaboratore.

Articoli correlati

Back to top button