Cronaca

Baci, abbracci e strette di mano: quando si potrà? Il parere degli esperti

Torneremo a baci, abbracci e strette di mano dopo l'emergenza Covid? La vecchia e calorosa stretta di mano resta ancora in quarantena

Quando potremo a interagire con baci, abbracci strette di mano dopo l’emergenza Covid? Quasi il 15% della popolazione ha ricevuto le due dosi del vaccino e un altro 7% ha sviluppato gli anticorpi dopo la positività al Covid. E così in molti si chiedono quando sarà possibile a quei piccoli gesti “vietati” per evitare il contagio.

Covid, quando torneremo a dare baci, abbracci e strette di mano

Secondo gli esperti è presto per tornare a quei gesti ma indubbiamente il traguardo non è lontano. Gli americani, che con le vaccinazioni sono davanti a noi di un paio di mesi, già da qualche giorno si possono togliere la mascherina all’aperto se si trovano fra vaccinati. Anche in Gran Bretagna (82% della popolazione vaccinata in massima parte con AstraZeneca) finalmente alcune restrizioni sono cadute e si può bere una birra al pub. E in Italia?

Come riportato da Il Mattino, la vecchia e calorosa stretta di mano resta ancora in quarantena. La percentuale di popolazione immune è ancora troppo bassa per poterla ripristinare fra tutti. A sentire i virologi fra vaccinati si potrebbe riprendere a stringersi le mani ma sempre meglio dopo averle igienizzate il che toglie ogni spontaneità a questo “antico”  gesto di cordialità. D’altra parte resta naturale per tutti portarsi le mani al viso o vicino agli occhi e il Covid-19 resta tutt’ora un pericolo seppure minore  (è praticamente impossibile finire in ospedale)  per quella quota di vaccinati che hanno sviluppato un basso tasso di anti-corpi o che non ne hanno sviluppato affatto.

Baci e abbracci

Anche per baci e abbracci fra parenti anche stretti è bene mantenere le precauzioni. Qui siamo ancora alle solite: è vero che quasi tutti i nonni sono stati vaccinati ma fra i nipoti il virus continua a circolare abbastanza “allegramente” ed è bene non sfidare la sorte.

A questo punto della campagna vaccinale i virologi non sono contrari in assoluto al contatto umano specie fra vaccinati. In molti consigliano un abbraccio “da dietro” o baci virtuali “spediti” con un gesto per evitare che le goccioline che escono dalla nostra bocca quando parliamo si diffondano sul viso di nonni, figli, nipoti, amici.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button