Cronaca

Covid, bozza nuovo Dpcm Draghi: ristoranti aperti fino alle 18, massimo 4 persone per tavolo

Covid, bozza del nuovo Dpcm: le nuove disposizioni entreranno in vigore a partite dal 6 marzo. Ecco le regole per bar e ristoranti

Covid, bozza del nuovo Dpcm: le nuove disposizioni entreranno in vigore a partite dal 6 marzo e saranno valide fino al 6 aprile 2021. Ristoranti aperti fino alle 18 e massimo 4 persone per tavolo. Via libera a cinema e teatri dal 27 marzo, a condizione che siano approvati nuovi protocolli o linee guida. Barbieri e parrucchieri devono stare chiusi in zona rossa. Stop a fiere e discoteche anche in zona bianca.

Bozza nuovo Dpcm Draghi: le regole per bar e ristoranti

Le nuove misure entreranno in vigore a partite dal 6 marzo e saranno valide anche a Pasqua. “Le disposizioni del presente decreto – si legge nel testo – si applicano dalla data del 6 marzo 2021, in sostituzione di quelle del decreto del presidente del Consiglio dei ministri 14 gennaio 2021, e sono efficaci fino al 6 aprile 2021”, il giorno dopo Pasquetta.

Per quanto riguarda la ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), la riapertura serale può attendere. Nelle zone gialle bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie possono lavorare dalle 5 alle 18. Si può stare al tavolo in 4 persone al massimo, a meno che non si tratti di conviventi. Dopo le 18 è vietato consumare cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Fino alle 22 (per i soli locali con cucina) è consentito l’asporto, con divieto di consumare sul posto o nelle adiacenze. I ristoranti degli hotel sono aperti per i clienti che vi alloggiano.

Covid, bozza nuovo Dpcm Draghi: no all’apertura serale di bar e ristoranti, stop a barbieri e parrucchieri in zona rossa


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button