Cronaca
Trending

Covid Campania, il bollettino di oggi, 23 dicembre 2020: 1.067 nuovi casi, 19 decessi e 2.360 guariti

Il bollettino sull'emergenza covid in Campania per la giornata di oggi, 23 dicembre

Emergenza covid in Campania, il bollettino con i dati della giornata di oggi, 23 dicembre 2020: 1.067 nuovi casi, 19 decessi e 2.360 guariti. I dati relativi alla giornata di ieri, 22 dicembre 2020, riportavano 791 nuovi casi, 25 decessi e 3.039 guariti.

Via libera al caffè a domicilio in Campania. Un piccolo passo indietro della Regione dopo l’ordinanza che ha confermato la zona arancione dal 20 dicembre, lasciando così chiusi al pubblico bar ristoranti che non hanno potuto ospitare clienti.

Covid in Campania: il bollettino di oggi, 23 dicembre

Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 1.067
di cui:
Asintomatici: 967
Sintomatici: 100
Tamponi del giorno: 18.426
Totale positivi: 183.117
Totale tamponi: 1.946.290
​Deceduti: 19 (*)
Totale deceduti: 2.643
Guariti: 2.360
Totale guariti: 100.527
* 11 deceduti nelle ultime 48 ore e 8 deceduti in precedenza ma registrati ieri​

 


covid-campania-bollettino-23-dicembre-oggi


Report posti letto su base regionale:
 
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 107
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.513
 
** Posti letto Covid e Offerta privata

Campania zona arancione: cosa si può fare e cosa no?

Sono consentiti: 

  • gli spostamenti all’interno del proprio comune
  • la consegna a domicilio
  • le attività sportive e l’attività motoria all’aperto, anche nelle aree attrezzate e nei parchi pubblici
  • Le scuole dell’infanzia, elementari e medie sono aperte.
  • Sono aperti inoltre negozi, alimentari, tabacchi, farmacie, parafarmacie, parrucchieri e centri estetici.

Sono vietati:

  • vietati gli spostamenti tra regioni e tra comuni (salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità: è necessaria l’autocertificazione)
  • bar e ristoranti chiusi (consentito solo asporto e consegne a domicilio fino alle 22)
  • vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Si raccomanda di limitare gli spostamenti se non per motivi di salute, lavoro, studio e situazioni di necessità;
  • centri commerciali chiusi nei festivi e nei prefestivi (esclusi negozi alimentari, farmacie ed edicole al loro interno)
  • mostre, musei, cinema, teatri, sale scommesse, bingo, piscine e palestre chiusi
  •  sospese le prove pubbliche in presenza a parte i concorsi di abilitazione di medici, sanitari e Protezione civile
  •  chiuse le università: attività didattica a distanza salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori
  •  riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico

Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button