Cronaca

Covid, la Corte dei Conti indaga sulla Regione Campania: “Soldi dalle Asl a cliniche private senza obbligo di rendicontazione delle attività svolte”

Covid Campania, la Corte dei Conti avvia una indagine sulla gestione dell'emergenza sanitaria da parte della Regione

La Corte dei Conti ha avviato una indagine sulla gestione dell’emergenza Covid in Campania. In particolar modo, la Procura contabile indaga su una consistente somma di denaro (circa 18 milioni di euro) versati dalle Asl campane a cliniche private nell’ambito di una convenzione stipulata per fronteggiare la pandemia come riportato dal Corriere del Mezzogiorno.

La convenzione non prevedrebbe “la necessaria previa verifica degli interventi di cura COVID effettivamente svolti” e stabilisce pagamenti “in maniera del tutto forfettizzata e senza prevedere l’obbligo della rendicontazione delle attività svolte”

Covid Campania, indagine della Corte dei Conti

Lo si apprende dalla relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario contabile del procuratore regionale della Corte dei Conti, Maurizio Stanco. Le indagini sono state affidate al nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza, che ha calcolato, per ciascuna Asl della Campania, la somma illecitamente corrisposta e quella che, invece, si è riusciti a bloccare grazie alle verifiche in corso.

Su cosa indaga la Corte dei Conti

Nella relazione il procuratore Stanco spiega: “La Procura campana ha vissuto un periodo di criticità operativa per l’ampio ricambio del personale di magistratura, essendosi trasferiti ad altri uffici colleghi da anni svolgenti le funzioni requirenti. A questi ricambi si è aggiunto anche quello del procuratore regionale. Questi rilevanti avvicendamenti hanno sensibilmente alterato il regolare andamento dell’Ufficio, determinando una situazione di stasi dell’attività inquirente.

In questo negativo scenario si è aggiunta l’emergenza epidemiologica, che ha di per sé provocato un generale e significativo rallentamento delle attività d’indagine e di definizione dei fascicoli istruttori, anche in considerazione della sospensione dei termini previsti dalla relativa normativa d’urgenza”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button