Cronaca

Cani addestrati per riconoscere l’odore del Covid: la sperimentazione al Campus Bio-Medico di Roma

In una seconda fase i cani saranno impiegati al drive-in dei tamponi del Campus: le indicazioni del loro fiuto saranno confrontate con i risultati dei tamponi

Lex, Roma e Harlock. Sono i nomi dei primi tre cani addestrati al Campus Bio-Medico di Roma per distinguere l’odore di una persona affetta da Covid da quello di una sana.

In una seconda fase i cani saranno impiegati al drive-in dei tamponi del Campus: le indicazioni del loro fiuto saranno confrontate con i risultati dei tamponi. La sperimentazione punta a raccogliere i risultati di almeno 1000 analisi per verificare l’effettiva efficacia dei cani addestrati in attività di screening.

Covid, cani addestrati per riconoscere l’odore del virus

Cani addestrati per riconoscere dal sudore i pazienti positivi al Covid. Al via a Roma il primo progetto di ricerca. L’efficienza dell’olfatto del cane verrà messa alla prova con i test molecolari per la diagnosi di Covid. Le procedure permetteranno la tracciabilità del lavoro e saranno svolte in piena sicurezza per l’operatore, per il cane e dal punto di vista scientifico.

Dopo una prima fase di sperimentazione della durata di 6-8 settimane nella quale i cani saranno preparati al riconoscimento del Covid-19 attraverso specifiche tecniche mutuate dall’addestramento per gli esplosivi, il progetto vedrà altre quattro-sei settimane di sperimentazione su volontari grazie alla collaborazione dei pazienti che effettuano i tamponi al Drive-in Campus test.


Articoli correlati

Back to top button