Cronaca

Covid, Cina respinge richiesta dell’Oms su nuove indagini sull’origine del virus

"Sosteniamo il tracciamento scientifico"

Indagine sull’origine del Covid. La Cina ha respinto le richieste dell’Oms per una rinnovata indagine sulle origini del Coronavirus, affermando di aver sostenuto gli sforzi “scientifici” rispetto a quelli “politici” per scoprire come è iniziato il virus.

Origine del Covid: Cina respinge la richiesta di una nuova indagine

Ci opponiamo al tracciamento politico, abbandoniamo il rapporto congiunto” pubblicato dopo che un team di esperti dell’Oms ha visitato Wuhan a gennaio, ha detto ai giornalisti il vice ministro degli Esteri Ma Zhaoxu. “Sosteniamo il tracciamento scientifico“.

Oms chiede dati sul Covid alla Cina

L’Oms ha sottolineato che servono “tutti i dati” sul Covid per indagare sull’ipotesi di una fuga di laboratorio in Cina, esortando tutti i paesi “compresa la Cina” a condividere le informazioni sui primi casi. “Condividere i dati e consentire il riesame dei campioni (…) non è altro che ciò che invitiamo tutti i paesi, compresa la Cina, a sostenere, in modo da poter andare avanti nello studio delle origini (della pandemia) in modo rapido ed efficiente“, ha dichiarato l’agenzia in una nota. Per affrontare l'”ipotesi del laboratorio”, è importante avere accesso a tutti i dati“. 


Articoli correlati

Back to top button