Cronaca

Covid, da oggi in Danimarca finisce la pandemia: via tutte le restrizioni

La Danimarca, che ha una popolazione di quasi 6 milioni di abitanti, è il primo Paese europeo ad eliminare tutte le restrizioni anti Covid

Da oggi in Danimarca la pandemia di Covid è finita. Lo ha decretato il Governo di Copenaghen eliminando tutte le restrizioni, compreso il Green pass e l’obbligo di mascherina nei luoghi pubblici. Le autorità continuano comunque a raccomandare l’uso della mascherina negli ospedali, nelle strutture sanitarie e nelle case di cura. La Danimarca, che ha una popolazione di quasi 6 milioni di abitanti, è il primo Paese europeo ad eliminare tutte le restrizioni anti Covid.

Covid, cosa cambia da oggi in Danimarca

L’Autorità sanitaria danese attualmente “raccomanda” anche a coloro che risultano positivi al Covid-19 di isolarsi per quattro giorni, mentre i casi di contatto non hanno più bisogno di essere messi in quarantena. Il governo ha affermato che non prevede di dover tornare a nuove chiusure, rimanendo “cautamente ottimista”. Questa è la seconda volta che la Danimarca cerca di tornare a uno stile di vita pre-pandemico.

Il 10 settembre il Paese aveva revocato tutte le restrizioni, prima di reintrodurne alcune all’inizio di novembre. Musei, cinema, teatri e sale da concerto hanno chiuso poco prima di Natale e hanno riaperto ai primi di gennaio. Ma questa volta non si dovrebbe più tornare indietro.

Boom di casi Omicron ma “copertura vaccinale elevata”

Lo Stato è uno dei primi dell’Ue ad aver eliminato la maggior parte delle restrizioni, nonostante la variante Omicron sia diffusa in tutto il Paese. Il sistema sanitario, tuttavia, non risulta in difficoltà e c’è un alto tasso di vaccinazione tra i cittadini. Ogni giorno infatti vengono registrati dal Ministero della Salute in media tra i 40mila e i 50mila contagi. “Ma abbiamo una copertura estremamente elevata di adulti vaccinati con tre dosi di vaccino ricevuto“, ha spiegato all’AFP l’epidemiologa Lone Simonsen dell’Università di Roskilde.

Più del 60% dei gli adulti danesi ha ricevuto il booster, rispetto a una media UE di poco meno del 45%. Compresi coloro che sono guariti di recente, le autorità sanitarie stimano che l’80 per cento della popolazione sia protetto contro le forme gravi della malattia. “Dato che Omicron non è una malattia grave per i vaccinati, riteniamo che sia ragionevole revocare le restrizioni“, ha sottolineato ancora l’esperta, che ha aggiunto che proprio la diffusione della nuova variante “dovrebbe anche portare a un’immunità più robusta e di lunga durata, aiutando il paese a respingere le ondate future“.


Articoli correlati

Back to top button