Cronaca

Covid, la nuova mappa dell’Ecdc: tutta l’Italia in rosso scuro

La nuova mappa aggiornata Ue del rischio covid realizzata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, aggiornata a oggi, 13 gennaio

Tutta Italia in rosso scuro, così come l’Europa occidentale. Questo è quanto emerge dalla nuova mappa del rischio elaborata dall‘Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Secondo l’aggiornamento di oggi, giovedì 13 gennaio 2022, tutta l’Italia ed i Paesi occidentali, tra cui Francia, Austria ma anche Germania, Spagna e Portogallo, sono colorati di rosso scuro, che rappresenta l’alta incidenza del contagio registrata nell’ultima settimana.

Covid, la situazione dell’Italia nella mappa dell’Ecdc

Questa settimana tutta Italia è colorata di rosso scuro. Rispetto ai 7 giorni precedenti, si registra solo il passaggio della Sardegna dalla zona rossa al rosso scuro, mentre per il resto la situazione è stabile. Si ricordi che il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie aggiorna la mappa del rischio Covid ogni settimana di giovedì sulla base dei dati ricevuti fino al martedì precedente.

Cosa succede in Europa

I dati dell’emergenza Covid-19 sono in peggioramento in tutta Europa, dal Portogallo alla Grecia, con una crescente pressione sui sistemi sanitari, anche se le percentuali di ospedalizzazione e decessi restano basse rispetto ad un anno fa grazie all’efficacia dei vaccini. Al momento il 69% della popolazione Ue totale è completamente vaccinata contro il Covid, mentre il 32% ha ricevuto anche la dose di richiamo (booster).

La nuova mappa arriva dopo che nei giorni scorsi, Hans Kluge, direttore Oms Europa, ha dichiarato che “entro sei-otto settimane la metà della popolazione europea sarà infettata dalla variante Omicron, più contagiosa. Le scuole dovrebbero essere gli ultimi posti a chiudere e i primi a riaprire”.

Il significato dei colori nella mappa dell’Ecdc

Nella mappa dell’Ecdc, che viene generalmente pubblicata tutti i giovedì con gli aggiornamenti delle situazioni Covid dei Paesi Ue, vengono colorate di verde le Regioni che hanno meno di 25 casi ogni 100mila abitanti nelle ultime due settimane: serve, inoltre, un tasso di positività inferiore al 4%. In arancione rientrano le zone con meno di 50 casi ogni 100mila abitanti se il tasso di positività è uguale o superiore al 4%, oppure quelle tra i 25 e i 150 casi con un tasso inferiore al 4%.

In rosso si trovano le Regioni che negli ultimi 14 giorni hanno fatto registrare tra i 50 e i 150 casi e un tasso di positività inferiore al 4%, oppure quelle che hanno tra i 150 e i 500 casi ogni 100mila abitanti. Infine, si trovano in rosso scuro le zone con più di 500 casi ogni 100mila abitanti.


Articoli correlati

Back to top button