Cronaca

Covid, arrivano tre nuovi vaccini in Europa: quali sono e chi li produrrà

Covid, arrivano tre nuovi vaccini prodotti tra l'Europa e gli Stati Uniti e con tecnologie diverse da AstraZeneca e Johnson & Johnson

Covid, arrivano tre nuovi vaccini prodotti tra l’Europa e gli Stati Uniti e con tecnologie diverse da AstraZeneca e Johnson & Johnson. Lo ha fatto sapere Stefan de Keersmaecker, il portavoce della Commissione per la Salute, durante la consueta conferenza stampa a Bruxelles. Si attende il via libera per i nuovi sieri. Il rpimo dovrebbe essere CVnCoV, prodotto dalla CureVac. Successivamente potrebbe arrivare poi il vaccino anti Covid Nvx-CoV2373 prodotto dalla statunitense NovaVax. Il terzo vaccino in lizza è quello dell’azienda di biotecnologie Valneva, con sede in Francia.

Quali sono i tre nuovi vaccini in arrivo in Europa?

Dopo l’approvazione da parte dell’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) dei preparati attualmente in uso nelle campagna vaccinali contro il coronavirus, ovvero Pfizer e Biontech, Moderna, AstraZeneca e il monodose Johnson & Johnson, è atteso il via libera per tre nuovi sieri.

CVnCoV, prodotto dalla CureVac

Il primo vaccino dovrebbe essere CVnCoV, prodotto dalla CureVac, azienda farmaceutica neerlandese con sede a Tubinga, in Germania. Il nuovo siero si basa sulla tecnologia a mRna. Questi preparati utilizzano molecole di acido ribonucleico messaggero per dare istruzioni all’organismo per la produzione della proteina Spike, che compone la corona da cui il Sars-Cov-2 prende il nome, e che utilizza per arpionarsi alle cellule umane e invaderle.

Riconoscendo la proteina Spike come un corpo estraneo, il sistema immunitario si attiva per produrre anticorpi specifici. Inoltre vengono attivate dal vaccino anche le cellule T, che preparano il corpo a sconfiggere il coronavirus.

In corso le trattative per il NovaVax, siero a base proteica

Successivamente potrebbe arrivare il vaccino anti Covid Nvx-CoV2373 prodotto dalla statunitense NovaVax. Le trattative sono in corso e a breve potrebbe arrivare la chiusura di un contratto di fornitura per l’Europa da 100 milioni di dosi. Questo siero utilizza un’altra tecnologia, a base proteica. Contiene frammenti della proteina Spike del Sars-Cov-2, replicata in laboratorio, che stimolano una risposta immunitaria protettiva.

Vaccino, come funziona il francese Valneva, con virus inattivato

C’è un terzo vaccino in lizza, quello dell’azienda di biotecnologie Valneva, con sede in Francia. L’approvazione del Vla2001 in Europa è attesa per gli ultimi tre mesi del 2021, anche se c’è già una trattativa con la Commissione Europea per la fornitura di 60 milioni di dosi. Questo siero utilizza ancora un’altra tecnologia rispetto ai precedenti.

Fonte: QuiFinanza


Articoli correlati

Back to top button