Cronaca

Covid, oltre un milione di italiani vaccinati anche con il richiamo

Dal 9 febbraio dosi a prof e agenti

Prosegue la campagna vaccinale contro il Covid. Sono 1.024.271 gli italiani a cui è già stata somministrata anche la seconda dose, mentre il piano per le vaccinazioni di insegnanti e agenti delle forze dell’ordine fino ai 55 anni partirà in anticipo, già martedì.

Un’accelerazione condizionata dall’arrivo delle 249mila dosi di AstraZeneca. Entro marzo “7 milioni di italiani saranno vaccinati”, spiega il commissario Domenico Arcuri.

Un milione di italiani sono stati vaccinati contro il Covid

Il piano vaccinale messo a punto con le regioni e le province “funziona a pieno ritmo”, assicura Arcuri, ritrovando l’ottimismo dopo il taglio del 50% delle dosi inizialmente previste per i ritardi delle case farmaceutiche. E la prossima settimana si apre un nuovo atteso capitolo del programma.

Salvo imprevisti, le fiale di vaccino di Oxford – che secondo l’Aifa per ora è preferibile somministrare fino ai 55 anni – saranno distribuite nei vari Centri sui territori entro lunedì e il giorno seguente tutto dovrebbe essere pronto per le inoculazioni.

Dopo gli operatori sanitari, stavolta a porgere il braccio per la puntura saranno categorie ancora potenzialmente troppo esposte al contagio: altri lavoratori dei servizi essenziali come gli insegnanti, gli uomini delle forze armate e delle forze dell’ordine, il personale di comunità, i detenuti e chi opera nelle carceri.

L’obiettivo di questa seconda linea della campagna è di “abbassare la diffusione dei contagi” e il commissario è al lavoro con i vari ministeri per programmare le vaccinazioni delle nuove categorie prioritarie, alcune delle quali si stanno già mobilitando.

A febbraio, se le previsioni saranno rispettate, sono previste 4,2 milioni di dosi e a marzo 8,2 milioni per un totale, nel primo trimestre dell’anno, di 14,7 milioni di dosi. Ma sul piano pesa anche l’incognita del futuro di Arcuri, le cui sorti sono legate alle decisioni del prossimo governo: “Io non penso, lavoro”, spiega laconico il commissario, che poi risponde: “Se ho sentito Draghi? Sta facendo le consultazioni con le forze politiche”.


Articoli correlati

Back to top button