Cronaca

Quarantena ridotta a scuola, il piano di governo e Regioni: isolamento di soli 5 giorni

Covid, a scuola quarantena ridotta: il piano del governo. Isolamento di 5 giorni e solo per i contatti più stretti

Il governo studia il piano per la quarantena ridotta in caso di contagio da Covid scuola. Una riduzione che riguarderà non solo i giorni, ma anche il numero di studenti coinvolti dall’isolamento domiciliare come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Covid, a scuola quarantena ridotta: il piano del governo

L’obiettivo è quello di rendere meno drastiche le misure che vengono attualmente attuate in caso di contagio. Ovvero, con un solo alunno positivo scatta la sospensione delle lezioni in presenza. Nei prossimi giorni si svolgerà un vertice tra Istituto superiore di Sanità, Regioni, Ministeri della Salute e della Pubblica istruzione proprio per definire nuove misure omogenee per tutto il Paese.

Cosa cambia per la scuola

Sta prendendo forza la proposta del Lazio, sostenuta dall’assessore alla Salute, Alessio D’Amato, di restringere il periodo di isolamento a cinque giorni (oggi è a 7 per un vaccinato e 10 per un non vaccinato, ma con conseguenti problemi di privacy che questo differente trattamento può comportare). Anche Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Salute in Puglia, ritiene che abbia senso tagliare il periodo di quarantena: “Partiamo da un presupposto: la variante Delta è estremamente rapida nella trasmissione, dunque se non compare dopo quattro-cinque giorni ha senso pensare di consentire il rientro a scuola. Sono più perplesso invece sulla definizione del “contatto stretto”: all’interno di una classe, dove i ragazzi si muovono in continuazione, risulta essere molto sfuggente”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button