Cronaca

Covid: San Marino apre al turismo vaccinale dal 17 maggio, ma gli italiani sono esclusi

Il pacchetto prevede vaccino più soggiorno in hotel

La repubblica di San Marino è pronta a partire con il turismo vaccinale, ma esclude gli italiani per mancanza di un’accordo sul vaccino Sputnik V. Il costo è 50 euro per la doppia dose, a partire dal 17 maggio con prenotazione alberghiera 7 giorni prima del soggiorno.

Covid: turismo vaccinale a San Marino, ecco come accedere

Le vaccinazioni saranno aperte a tutti i turisti e il pacchetto comprende vaccino più hotel e prevede l’iniezione del vaccino russo Sputnik V, non ancora riconosciuto dall’Ema. “Sui temi dei vaccini e del Covid non si possono fare discorsi di geopolitica“: ha detto il segretario di Stato agli Esteri Luca Beccari. Beccari ha ricordato la “neutralità attiva” come una tradizione sammarinese e i “rapporti bilaterali ottimi” sia con la Russia che la Cina e altri 150 Paesi nel mondo.

Ma sicuramente il rapporto privilegiato è con l’Italia, ha comunque sottolineato coralmente il Congresso di Stato, dalla quale San Marino sta continuando a ricevere forniture del vaccino Pfizer, dopo un inizio a rallentatore.

Ema: presto decisione su Sputnik

I dati continuano ad arrivare. Dovremmo arrivare presto ad una decisione” sui quattro vaccini in corso di valutazione, Curevac, Novavax, Sinovac, Sputnik“. Così Marco Cavaleri, in una conferenza stampa dell’Ema sull’approvazione dei vaccini.


Articoli correlati

Back to top button