Cronaca

Cremona, continua a truffare anche dagli arresti domiciliari: trasferito in carcere

Cremona, 29enne pluripregiudicato per reati di truffa, che stava scontando un periodo di detenzione domiciliare, è stato trasferito in carcere su disposizione del tribunale di Mantova. Falsificando un certificato ufficiale, era riuscito a mettere in piedi un ennesimo raggiro anche dalle mura di casa. In passato era stato condannato per truffe online a due anni e due mesi, ma avendo anche altri processi in corso tra Urbino, Bolzano, L’Aquila, Larino e Venezia.

Cremona, 29enne continua a truffare dai domiciliari

I militari insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo hanno iniziato a nutrire forti dubbi sul suo comportamento, effettuando verifiche che hanno portato alla scoperta della falsificazione da parte del 29enne di un certificato originale in cui veniva cambiata la data di comparizione.

Il caso

Nel dettaglio, il veneziano aveva dichiarato di doversi recare in tribunale a Milano per due giorni in fila. Al contrario, il 29enne era andato insieme alla sua fidanzata a Costa Masnaga, paese in provincia di Lecco, per organizzare un’ennesima truffa dal valore di alcune migliaia di euro. Il piano era quello di raggirare una ditta che produce book fotografici.

Il provvedimento

Accertato, quindi, il suo comportamento, il magistrato gli ha revocato i domiciliari, denunciandolo nuovamente per truffa e disponendo il suo trasferimento in carcere dove ora sconterà il resto della pena.


Articoli correlati

Back to top button