Cronaca

Movida selvaggia in Sicilia, in 800 ammassati e senza mascherina: chiusa discoteca

Ancora un caso di movida selvaggia, questa volta siamo in Sicilia, a Custonaci. Teatro dell’ennesima manifestazione di totale mancanza di buon senso una nota discoteca, il Cocos, per il quale è stata disposta la chiusura dopo che i Carabinieri hanno trovato centinaia di ragazzi, privi di mascherina e ammassati uno sull’altro, senza un minimo di distanziamento.

Custonaci, in discoteca senza distanziamenti e mascherina: scatta la chiusura

I carabinieri di Custonaci, durante un controllo effettuato nella notte tra martedì e mercoledì scorso, hanno trovato circa 800 giovani senza mascherina e incuranti del distanziamento sociale.

Maxi multa

La discoteca “Cocos”, in località Cornino, è stata immediatamente sospesa per cinque giorni. Oltre a questo, all’interno del locale, un magazzino era stato adibito a deposito di alimenti, in violazione della specifica normativa di settore. Il proprietario dovrà pagare la multa prevista per la violazione.

Locale stracolmo

La capienza del locale è di 2.000 posti, i Carabinieri hanno verificato il mancato rispetto della recente ordinanza regionale n. 31 del 9 agosto scorso, che per le sale da ballo ha confermato un tetto di presenze non oltre il 40% della capienza e ha ribadito l’obbligo della mascherina “negli ambienti al chiuso e all’esterno”.

Gli atti sono stati trasmessi alla Prefettura di Trapani, a cui competerà la valutazione circa un eventuale prolungamento della sospensione.

Articoli correlati

Back to top button