Coronavirus in Campania, l’accusa di De Luca: “Al ristorante dati falsi, stupidità assoluta”

coronavirus-casi-meno-campania

 De Luca sul coronavirus in Campania: "In un ristorante dati falsi" denuncia il governatore commentando il caso di Vico Equense

Un altro attacco di Vincenzo De Luca sull’emergenza coronavirus in Campania. Nelle scorse ore il governatore ha fatto il punto sui nuovi contagi in Campania, soffermandosi su 6 casi registrati a Vico Equense in un ristorante.

 De Luca sul coronavirus in Campania, il caso di Vico Equense

“Ieri abbiamo avuto 29 contagi: di questi, 6 contagi li abbiamo avuti a Vico Equense tra i camerieri di un ristorante dove erano andati alcuni ragazzi di Roma che erano venuti in ferie a Capri. Lì abbiamo verificato una cosa strana e incredibile: quando stanotte abbiamo cercato di individuare alcuni dei clienti che avevano frequentato quel ristorante, abbiamo scoperto che avevano dato dei dati falsi. Siamo veramente alla stupidità assoluta” ha spiegato De Luca.

La catena dei contatti

“Se andiamo in un ristorante e chiediamo le generalità questo ci serve perché, in caso di pericolo, l’autorità sanitaria può telefonarti a casa e dirti che sei andato a fare una cena in un momento in cui c’erano tre positivi. 9 contagi sono legati a un nostro concittadino, tossicodipendente, andato in Serbia una settimana fa. È tornato dalla Serbia, ha avuto la febbre, gli amici sono andati a trovarlo a casa, c’erano i familiari: una sola persona, 9 contagi”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG