Politica

De Luca contro l’abolizione del Reddito di Cittadinanza: “Bisognava correggerlo”

Il RdC è "nato per la povera gente"

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, si schiera contro la Meloni e a favore del reddito di cittadinanza. Il governatore critica duramente la scelta di abolire il reddito, come previsto all’interno del testo della Manovra Finanziaria per il 2023.

De Luca difende il Reddito di Cittadinanza

Oggi, durante la consueta diretta, Vincenzo De Luca ha criticato aspramente la decisione presa nell’ultima manovra finanziaria approvato dal governo di Giorgia Meloni:

Bisognava correggere il reddito di cittadinanza distinguendo le aree di povertà tra le famiglie con disabili, le persone che non possono andare a lavorare, gli ultrà 50enni e 60enni. Questo fa parte di un compito doveroso dello Stato per aiutare la povera gente. Su questo c’era consenso di tutte le forze politiche. Invece per i giovani percettori tutti hanno proposto delle modifiche tranne Fratelli d’Italia che proponeva l’eliminazione del Rdc“.

“Necessari controlli preventivi”

“Noi dobbiamo eliminare le aree di furbizia e di parassitismo: abbiamo visto numerosi casi si percettori che non aveva diritto. Questo problema viene risolto semplicemente con controlli preventivi per non sprecare soldi al danno della povera gente. Un conto è la lotta agli imbroglioni, l’altro togliere il sostegno alla povera gente. Hanno rinviato la decisione alla fine del 2023″.

Articoli correlati

Back to top button