Cronaca

Roberta morta a 17 anni, Morreale si difende: “Si è data fuoco da sola, non l’ho uccisa”

La difesa di Pietro Morreale per l'omicidio di Roberta Siragusa: "Non l'ho uccisa, si è data fuoco da sola"

Arriva la difesa di Pietro Morreale, il 19enne accusato dell’omicidio della fidanzata Roberta Siragusa. Il corpo della ragazza è stato ritrovato sul fondo di una scarpata nelle campagne di Caccamo, a Palermo, nella giornata di domenica 24 gennaio. Il giovane, in attesa dell’udienza di convalida del fermo rinviata a domani, si sarebbe difeso sostenendo:“Non l’ho uccisa, si è data fuoco da sola e si è gettata nel dirupo. Per salvarla mi sono ustionato una mano”.

Omicidio Roberto Siragusa, la difesa di Pietro Morreale

Stando alle prime ricostruzioni degli inquirentiMorreale avrebbe provato a depistare le indagini fingendo di non sapere dove si trovasse il corpo della 17enne. Avrebbe assicurato ai genitori di averla riaccompagnata a casa salvo poi presentarsi, in compagnia del padre, alle autorità per aiutare a ritrovare il corpo di Roberta.

L’accusa

Il 19enne Pietro Morreale è accusato di omicidio e occultamento di cadavere. Nelle scorse ore, oltre ad un video che lo incastrerebbe, è emersa anche la possibilità che al delitto abbia partecipato almeno un’altra persona.

Articoli correlati

Back to top button