Cronaca

Dipendente dell’Oms ucciso in Birmania: trasportava campioni per il test del coronavirus

Un dipendente dell’Oms è rimasto ucciso in un attacco avvenuto ieri nello stato di Rakhine, in Birmania. A denunciare l’accaduto è il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, che ha «condannato fermamente l’attacco contro un veicolo dell’Oms che trasportava campioni per il test del coronavirus».

Dipendente dell’Oms ucciso in Birmania

 

Il portavoce del Palazzo di Vetro in una nota ha precisato che oltre dipendente dell’Oms, il cui nome è Pyae Sone Win Maung un funzionario del governo è rimasto gravemente ferito.

Il quotidiano di stato “Global New Light of Myanmar” per l’attacco ha incolpato i separatisti dell’esercito arabo, mentre l’organizzazione ribelle ha scaricato le responsabilità sulle forze armate birmane. Le Nazioni Unite, da parte loro, hanno dichiarato che «cercheranno maggiori informazioni sulle circostanze di questo incidente».

Articoli correlati

Back to top button