Economia

Disoccupati, quali sono i bonus previsti per il 2021 – l’elenco completo

Bonus disoccupati 2021: scopri quali sono i principali incentivi ideati per chi ha perso il lavoro. Requisiti, modalità di erogazione e come fare domanda.

Quali sono i bonus per i disoccupati previsti nel 2021? Ecco l’elenco completo dei principali incentivi dedicati a chi ha perso il lavoro, come ottenerli, i requisiti richiesti e come fare domanda.

Bonus disoccupati 2021: la Naspi

Una delle principali misure dedicate ai disoccupati è la Naspi. Si tratta di un incentivo nato nel 2015 con l’obiettivo di aiutare chiuqnue abbia perso il lavoro. L’indennità spetta a partire dal giorno successivo a quello di presentazione e accettazione della domanda.

Il valore della Naspi varia da disoccupato a disoccupato, in base alla retribuzione percepita in precedenza e ad altri parametri.

Per richiedere l’incentivo bisogna presentare domanda all’apposito servizio online dell’Inps, entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto lavorativo.

Bonus disoccupati 2021: il bonus Naspi

Dal febbraio 2021 ai percettori della Naspi viene accreditato anche il bonus Irpef, che può arrivare fino 100 euro.

Non è necessario presentare domanda. Sarà stesso l’Inps infatti a erogare il pagamento ai già beneficiari della Naspi.

Bonus disoccupati 2021: per le mamme

Il governo ha anche ideato un apposito contributo per le mamme disoccupate, ossia l’assegno di maternità dei comuni. Per richiederlo bisogna rispettare alcuni requisiti, tra cui avere un reddito inferiore a un certo tetto Isee.

I parametri da rispettare possono variare anche da comune a comune. Il bonus infatti deve essere richiesto presso il comune di residenza e potrà essere erogato solo dopo l’accettazione della domanda da parte degli uffici Inps.

Bonus disoccupati 2021: assegni familiari

Alcune catergorie di disoccupati possono ricevere anche gli assegni familiari. Si tratta di chi già percepisce la Naspi.

Gli assegni familiari infatti sono una misura ideata per i lavoratori. La Naspi però viene vista come una fonte di reddito da lavoro dipendente e quindi permette di ricevere anche questo incentivo.

Per fare domanda bisogna accedere al portale Inps dedicato. Per ottenere gli assegni famigliari con Naspi bisogna far parte di una di queste categorie di lavoratori:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;
  • lavoratori dipendenti agricoli;
  • lavoratori domestici e somministrati;
  • lavoratori iscritti alla Gestione Separata;
  • lavoratori dipendenti di ditte cessate e fallite;
  • titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei fondi speciali ed ex ENPALS;
  • titolari di prestazioni previdenziali;
  • lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.

Il valore dei contributi varia in base al reddito familiare.

Bonus disoccupati 2021: disoccupazione agricola

Un’altra misura a sostegno di chi non ha lavoro è la disoccupazione agricola. L’incentivo è dedicato a:

  • Operai agricoli a tempo determinato iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti;
  • Operai agricoli a tempo indeterminato che vengono assunti o licenziati nel corso dell’anno civile, dando luogo, così, a eventuali periodi di mancata occupazione al di fuori del contratto di lavoro;
  • Piccoli coloni;
  • Compartecipanti familiari;
  • Piccoli coltivatori diretti che integrano fino a 51 le giornate di iscrizione negli elenchi nominativi mediante versamenti volontari.

Per presentare domanda dell’incentivo bisogna accedere all’apposita sezione online dell’Inps.

La domanda di indennità di disoccupazione agricola deve essere presentata tra il 1° gennaio ed entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui si è verificata la disoccupazione.

Articoli correlati

Back to top button