Politica

Scuola, in classe arriva il docente tutor: cosa farà la figura voluta dal Ministro Valditara

A partire dal prossimo anno ogni classe avrà uno o più insegnanti che coordineranno un team per seguire i ragazzi con maggiori difficoltà

È in arrivo nelle scuole il docente tutor, la figura voluta dal Ministro Valditara. Ma cosa farà e da quando inizierà ad affiancare gli insegnati? L’introduzione di questo tutor è previsto per le scuole medie e per superiori.

In classe arriva il dovente tutor: cosa farà

Il docente tutor è un professore che dovrà avere una formazione ad hoc proprio per accompagnare gli studenti nel loro percorso di studi. Non sarà di livello superiore rispetto agli altri, ma farà da mediatore nel team di lavoro tra insegnanti e famiglie.

Oltre alla conoscenza delle sue materie, dovrà essere formato anche su competenze pedagogiche e psicologiche. Avrà il compito delicatissimo di aiutare gli alunni a rivedere il loro percorso scolastico mettendone in evidenza le varie potenzialità nonché aiutare le famiglie nella scelta dell’indirizzo di studi da seguire.

Il tutor dovrà seguire i ragazzi con maggiori difficoltà di apprendimento ma anche quelli molto bravi che magari in classe si annoiano e che hanno bisogno di ulteriori stimoli.

Avrà maggiori impegni e per questo sarà retribuito di più. Per dare ai tutor gli strumenti utili per i loro compiti, sono previste iniziative formative specifiche.

La formazione

La formazione è stata chiarita dalle linee guida del ministro Valditara, in cui vengono introdotte anche le azioni sull’orientamento: dal prossimo anno, per le medie e il biennio delle superiori, saranno 30 ore l’anno anche extra curriculari.

Per l’ultimo triennio delle superiori, invece, le 30 ore dovranno essere curriculari. Si tratta di ore che le scuole potranno gestire in modo flessibile. Ogni modulo di orientamento di almeno 30 ore prevede apprendimenti personalizzati.

Articoli correlati

Back to top button