Cronaca

Donna morta travolta dal camion per salvare il nipote: il dramma a Lecco

Stava accompagnando a scuola il nipotino nella frazione di Rogoredo

L’intera Italia è commossa dalla storia di Carla Viganò, la donna morta travolta da un camion per salvare il nipote di otto anni. “Viveva per i nipoti” hanno raccontato alcuni parenti ed amici della 73enne deceduta a Casatenovo, in provincia di Lecco, nella giornata di lunedì 9 gennaio. L’anziana è morta sul colpo mentre il bimbo ne è uscito illeso

Lecco, donna morta travolta dal camion per salvare il nipote: la storia

Il dramma si è consumato nella mattinata di lunedì 9 gennaio, quando la 73enne stava accompagnando a scuola il nipotino nella frazione di Rogoredo. Si trovavano entrambi sulle strisce pedonali al momento dell’impatto. La donna ha visto arrivare il tir e ha lasciato la mano del piccolo, spingendolo via come riportato dal Corriere della Sera. Il conducente non è riuscito a evitare l’impatto, rivelatosi fatale per l’anziana. La posizione del conducente è al vaglio delle forze dell’ordine.

Il ricordo

Sui social si ricordano tantissimi messaggi di cordoglio, dove Carla Viganò viene ricordata come una “insegnante di catechismo” che “riusciva a comunicare con noi giovani ragazzini usando le parole non della chiesa, ma di una donna consapevole, altruista e benevola, accompagnando le parole ai fatti, volontariato, carità, sempre nel silenzio, quasi a voler sminuire il suo infinito altruismo”.

Questa volta purtroppo il tuo gesto lo hanno visto in milioni, e ancora una volta non ti sei smentita…te ne sei andata come hai vissuto…per gli altri…anzi per il tuo nipotino che da oggi avrà nel cielo l’angelo migliore che si possa immaginare…ovunque andrai, buon viaggio maestra e un abbraccio“.

I funerali

I funerali di Carla Viganò saranno celebrati alle 10.30 di mercoledì 11 gennaio, nella chiesa di Campofiorenzo. I familiari hanno chiesto di contribuire con donazioni che saranno inviate per l’operazione Mato Grosso.

Articoli correlati

Back to top button