Cronaca

Jacobs, nuove accuse dall’Inghilterra: trascinato in un caso di “traffico di anabolizzanti”

Doping e analizzanti, Marcell Jacobs, nuove accuse dall'Inghilterra dove si parla dell'indagine sul suo ex allenatore

Ancora accuse nei confronti di Marcell Jacobs, trascinato in una vicenda relativa a doping e anabolizzanti. Qualcuno, in particolar modo in Inghilterra, non riesce a spiegarsi l’ascesa del velocista azzurro che ha prima vinto la medaglia d’oro nei 100 metri e poi nella staffetta 4×100.

Doping e analizzanti, Marcell Jacobs e le accuse dall’Inghilterra

All’indomani del nuovo successo azzurro alle Olimpiadi, il Times ha dedicato il taglio basso della prima pagina sportiva all’atleta italiano. “”La polizia indaga sul nutrizionista della stella dei 100 metri” si legge sulle colonne dello storico quotidiano britannico, tirando in ballo il rapporto tra Marcell Jacobs e Giacomo Spazzini, ex nutrizionista del campione olimpico indagato dalla polizia per “traffico di steroidi anabolizzanti“.



Chi è Giacomo Spazzini

Giacomo Spazzini è titolare della Gs Loft e non ha mancato di sottolineare l’importanza del suo lavoro per la vittoria di Jacobs nei 100 metri in un lungo post pubblicato su Instagram nei giorni scorsi. “Da quando abbiamo iniziato insieme tutto è cambiato – si legge – Il suo corpo ha iniziato a reagire alla corretta alimentazione con Hybrid Method, il metodo che ho costruito anni fa e che costantemente innoviamo. Abbiamo lavorato con la ciclizzazione dei nutrienti, con il monitoraggio dei dati e delle analisi, test in pista, con feedback costanti e in tutto questo gli abbiamo insegnato il potere che la disciplina può dare in termini di risultati. Sono davvero fiero ed orgoglioso di avere fatto parte con la mia azienda a questa trasformazione“.


doping-marcell-jacobs-accuse-inghilterra-giacomo-spazzini


Lo scorso marzo si è interrotta la collaborazione tra Jacobs e Spazzini, proprio quando è emersa la notizia dell’indagine avviata sul sedicente nutrizionista. Stando a quanto riportato dal Times, infatti, Spazzini non avrebbe neanche i titoli per esercitare la professione. L’agente di Marcell, Marcello Magnani, ha sottolineato la totale estraneità alla vicenda da parte del suo assistito: “L’indagine non ha mai toccato Marcell e quindi non abbiamo informazioni a riguardo. La questione dell’uso di prodotti dopanti da parte di Marcell è folle“.

Articoli correlati

Back to top button