Gossip

Drusilla Gucci non ha apprezzato il film House of Gucci

Ecco cosa ha detto la rampolla a Lady Gaga

È uscito il film di Ridley Scott, House of Gucci con protagonisti Lady Gaga e Adam Driver, ma pare che la pellicola non sia stata apprezzata da Drusilla Gucci che ha scritto una lettera sul settimanale Di Più in cui fa notare diversi errori.

House of Gucci, Drusilla Gucci ha scritto una lettera

È uscito il film di Ridley Scott, House of Gucci con protagonisti Lady Gaga e Adam Driver, ma pare che la pellicola non sia stata apprezzata da Drusilla Gucci che ha scritto una lettera sul settimanale Di Più in cui fa notare diversi errori. Il film porta alla ribalta un clamoroso fatto di cronaca nera che scosse l’alta società e il mondo della moda: l’omicidio di Maurizio Gucci avvenuto nel 1995. Dopo lunghe indagini si scoprì che a fare uccidere l’imprenditore, assoldando un sicario, era stata proprio l’ex moglie di Gucci, Patrizia Reggiani. La donna, secondo l’accusa, mise in atto il suo piano spinta da risentimento ma anche da un movente economico: l’ex marito stava per risposarsi e lei di conseguenza avrebbe perso privilegi e diritti patrimoniali.

Le accuse di Drusilla al film

Ecco cosa ha scritto Drusilla nella lettera scritta sul settimanale, dove chiarisce gli errori presenti sulla pellicola: “La verità che è raccontata in questo film è distorta, perché fa passare un’assassina quasi come un’eroina romantica mentre l’uccisione di un uomo è posta in secondo piano. L’ex moglie non soffriva le pene d’amore, bensì viveva paure molto più materiali”.

Drusilla Gucci non ha apprezzato neppure il modo in cui in House of Gucci viene rappresentata la sua famiglia: “La nostra azienda è stata fatta passare come il covo del potere patriarcale. Avete fatto credere che tutti i posti di responsabilità erano occupati da uomini e che le donne erano sempre sottomesse. Questa alterazione della realtà riduce a “operetta” il lavoro di quattro generazioni che hanno contribuito al riconoscimento del made in Italy nel mondo intero”. Drusilla ha poi rivelato che il regista Ridley Scott aveva già contattato quattordici anni fa il nonno Roberto per chiedere l’autorizzazione di girare una storia sulla loro famiglia. L’uomo ha però preferito rifiutare “perché aveva capito che si voleva far passare i Gucci quasi come mafiosi, attaccati ai soldi e al potere e ha negato l’autorizzazione”.


HOUSE OF GUCCI: ANTICIPAZIONI E TRAMA

Articoli correlati

Back to top button