Economia

Parte l’ecobonus per le auto usate | Requisiti e quanto ammonta lo sconto

Ecobonus auto usate | Come funziona | Requisiti | A chi si rivolge | Agevolazioni | Quanto ammonta lo sconto

Da martedì 28 settembre partirà l’ecobonus per le auto usate. Ma come funziona? In questa guida vi spiegheremo i requisiti, chi può richiederlo, e quanto ammonta lo sconto.

Ecobonus per auto usate: requisiti e quanto ammonta lo sconto

Da martedì i concessionari potranno accedere alla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire la prenotazione degli incentivi, che vale per l’acquisto di veicoli usati e che siano a basse emissioni. Per il bonus sono stati stanziati 40 milioni di euro dal decreto Sostegni bis.

I contributi possono arrivare fino a un massimo di 2mila euro e sono vincolati alla rottamazione di un veicolo immatricolato da almeno 12 mesi e intestato all’acquirente o a un suo familiare convivente; il veicolo, inoltre, deve essere immatricolato prima del primo gennaio 2011 o, in alternativa, in un periodo successivo purché raggiunga almeno 10 anni entro il prossimo 31 dicembre.

A chi si rivolge

L’incentivo è rivolto a chi acquista anche in locazione finanziaria e immatricola in Italia:

Automobili (categoria M1): destinate al trasporto di persone, almeno 4 ruote, massimo 8 posti a sedere (oltre al sedile del conducente):

  1. nuove di fabbrica
  2. con emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km
  3. acquistate ed immatricolate in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021
  4. con prezzo di listino non superiore a 50 mila euro compresi optional (IVA esclusa)

Il Decreto Rilancio ha previsto dal 1°agosto 2020 al 31 dicembre 2020 un contributo anche per i veicoli Euro 6 con emissioni di CO2 comprese tra 61-110 g/km il cui prezzo di listino non superi 40 mila euro.

Con il Decreto Agosto è stata divisa la precedente fascia in 61-90 g/km e 91-110 g /km, prevedendo ulteriori contributi per chi acquista e immatricola dal 15 agosto 2020.

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto, per gli acquisti a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021 un ulteriore incentivo per le fasce comprese tra 0-135 g/km di CO2. In particolare, per le fasce comprese tra 0-60 g/km e il prezzo di listino non deve superare 50 mila euro. Per la fascia 61-135 g/km è stato introdotto un contributo con rottamazione per gli acquisti di veicoli della medesima categoria, il periodo di riferimento è dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Il prezzo di listino del veicolo nuovo non deve superare 40 mila euro.

Veicoli commerciali e speciali (categoria N1 e M1 speciali):

– N1 veicoli destinati al trasporto di merci

– M1 speciali indicati di seguito:

  • Camper
  • Veicolo blindato
  • Ambulanza
  • Autofunebre
  • Veicolo con accesso per sedie a rotelle

Gli stessi devono essere:

  1. nuovi di fabbrica;
  2. Massa Totale a Terra non superiore a 3,5t;
  3. acquistati in Italia dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.
  4. con una delle seguenti alimentazioni:
CATEGORIA DI ALIMENTAZIONE DA LEGGE DI BILANCIO
Veicoli esclusivamente elettrici Ibridi o alimentazione alternativa Altre tipologie di alimentazione
ELETTRICA (ELETTR) IBRIDO BENZINA/ELETTRICO BENZINA (BENZ)
  IBRIDO GASOLIO/ELETTRICO BENZINA/ETANOLO (B/ETA)
  IBRIDO IDROGENO/ELETTRICO (H/E) BENZINA/GPL (B/GPL)
  GNL BENZINA/METANO (B/MET)
  GPL BENZINA/OLIO (B/OLIO)
  IDROGENO (H) BENZINA/WANK (B/WANK)
  METANO GASOLIO (GASOL)
    GASOLIO/GNL (G – GNL)
    GASOLIO/GPL (G – GPL)
    GASOLIO/METANO (G – MET)
    MISCELA
    PETROLIO

 

Ciclomotori e motocicli (categoria L): veicoli a due, tre o quattro ruote, appartenenti alle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e senza limiti di potenza.

Gli stessi devono avere i seguenti requisiti:

  1. nuovi di fabbrica;
  2. elettrici o ibridi;
  3. acquistati ed immatricolati in Italia nell’anno 2020.
Come funziona

Il processo si compone di 4 fasi:

Fase 1 – Prenotazione dei contributi
I venditori

  • si registrano preventivamente nell’Area Rivenditori;
  • prenotano i contributi relativi ad ogni singolo veicolo, ottenendo, secondo la disponibilità di risorse, una ricevuta di registrazione della prenotazione;
  • confermano l’operazione entro 180 giorni dalla prenotazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e allegando la documentazione prevista.

Fase 2 – Corresponsione dei contributi
Il contributo è corrisposto dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto.

Fase 3 – Rimborso al venditore dei contributi
Le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo rimborsano al venditore l’importo del contributo.

Fase 4 – Recupero dell’importo del contributo
Le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo ricevono dal venditore la documentazione necessaria e poi recuperano l’importo del contributo sotto forma di credito d’imposta.

Le agevolazioni

Veicoli di categoria M1

Veicoli di categoria M1 – Contributo Ecobonus
  Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4 Senza rottamazione 
Emissioni <= 20 g/km € 6.000,00 € 4.000,00
Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km € 2.500,00 € 1.500,00

 

Dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020 è disponibile un ulteriore incentivo previsto dal Decreto Rilancio. Se il venditore applica uno sconto pari ad almeno 2.000 euro per gli acquisti con rottamazione e 1.000 euro per gli acquisti senza rottamazione è possibile richiedere i seguenti contributi:

Veicoli di categoria M1 – Contributo Decreto Rilancio (dal 1°/8/2020 al 31/12/2020)
  Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e immatricolato da almeno 10 anni Senza rottamazione 
Emissioni <= 20 g/km € 2.000,00 € 1.000,00
Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km € 2.000,00 € 1.000,00
Emissioni > 60 g/km e <= 110 g/km € 1.500,00 € 750,00

 

Con il Decreto Agosto sono state modificate le fasce di emissioni e i relativi contributi, restano ferme le precedenti regole previste dal Decreto Rilancio per accedere ai contributi:

Veicoli di categoria M1 – Contributo Decreto Agosto
  Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e immatricolato da almeno 10 anni Senza rottamazione Veicoli acquistati (e successivamente immatricolati) in Italia
Emissioni <= 20 g/km € 2.000,00 € 1.000,00  1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020
Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km € 2.000,00 € 1.000,00  1° agosto 2020 al 31 dicembre 2020
Emissioni > 60 g/km e <= 90 g/km € 1.750,00 € 1.000,00  15 agosto 2020 al 31 dicembre 2020
Emissioni > 90 g/km e <= 110 g/km  € 1.500, 00  € 750,00  15 agosto 2020 al 31 dicembre 2020

 

La Legge di Bilancio 2021 ha previsto, per gli acquisti dal 1° gennaio 2021 un ulteriore bonus subordinato allo sconto del venditore di 2.000 euro se l’acquisto è con rottamazione e 1.000 se l’acquisto è senza rottamazione.

Veicoli di categoria M1 – Legge di bilancio 2021
  Con rottamazione di un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 0, 1, 2, 3, 4 e 5 e immatricolato prima del 1° gennaio 2011
N.B. per le fasce di emissioni comprese tra 0-60 g/km di CO2 è possibile rottamare fino alla classe Euro 4
Senza rottamazione  Per chi acquista (e successivamente immatricola) in Italia
Emissioni <= 20 g/km € 2.000,00 € 1.000,00 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021
Emissioni > 20 g/km e <= 60 g/km € 2.000,00 € 1.000,00 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021
Emissioni > 60 g/km e <= 135 g/km 1.500,00 NA 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021*

* Rifinanziamento ai sensi della Legge 23 luglio 2021 n. 106 art. 73-quinquies di conversione al Decreto Legge – art. 73 del 2021

La Legge di Bilancio 2021, ha introdotto anche due nuove categorie di veicoli, gli N1 ed M1 speciali, riconoscendo un contributo per gli acquisti in proprio dal 1° gennaio 2021 fino al 31 dicembre 2021 e in leasing finanziario dal 25 luglio 2021 al 31 dicembre 2021. L’incentivo si differenzia rispetto alla Massa Totale a Terra e all’alimentazione.

Veicoli di categoria N1 e M1 speciali – Contributo N1/M1 speciali
MTT (tonnellate) Veicoli esclusivamente elettrici Ibridi o alimentazione alternativa Altre tipologie di alimentazione
0-1,999       
Con rottamazione € 4.000 2.000 1.200
Senza rottamazione € 3.200 1.200 800
2-3,299       
Con rottamazione € 5.600 2.800 2.000
Senza rottamazione € 4.800 2.000 1.200
3,3-3,5       
Con rottamazione € 8.000 4.400 3.200
Senza rottamazione € 6.400 2.800 2.000

 

Veicoli di categoria L

Veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e
Con rottamazione di un veicolo della categoria L omologato alle classi Euro 0, 1, 2 o 3 ovvero oggetto di ritargatura ai sensi del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 2 febbraio 2011 n.76, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 2 aprile 2011 (nel caso di locazione finanziaria da almeno 12 mesi) 40% del prezzo d’acquisto fino a massimo € 4.000 (IVA esclusa)
Senza rottamazione 30% del prezzo d’acquisto fino a massimo € 3.000 (IVA esclusa)

Articoli correlati

Back to top button