Politica

Elezioni, l’ultimo saluto dei parlamentari non rieletti tra selfie e lacrime: “Ora che farai?”

Elezioni politiche, i saluti dei parlamentari esclusi. C'è chi si commuove, chi va a salutare le guardarobiere e i commessi

Selfie e lacrime per alcuni parlamentari esclusi dopo le ultime elezioni politiche. Sono ore di saluti tra Camera dei Deputati e Senato della Repubblica.

Elezioni politiche, i saluti dei parlamentari esclusi

C’è chi si commuove, chi va a salutare le guardarobiere e i commessi, chi si affolla alla buvette per l’ultimo caffè, chi rende l’onore delle armi agli avversari come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino. Sono tanti i non rieletti al Parlamento, oltre a chi non si è ricandidato. C’è chi scatta selfie o pubblica video. Qualcuno si commuove e c’è chi chiede: “Ora cosa farai?”.

Viminale, Umberto Bossi eletto in Lombardia

Umberto Bossi rientra ora nell’elenco degli eletti in Lombardia secondo il Viminale. È quanto viene evidenziato dal sito Eligendo del Ministero dell’Interno in seguito ad un aggiornamento della ripartizione dei seggi  proporzionali della Camera dei deputati.

L’aggiornamento

Sul sito è stato pubblicato l’aggiornamento della ripartizione dei seggi proporzionali della Camera dei deputati in alcuni collegi plurinominali: “Resta invariato il dato relativo al totale dei seggi attribuiti, a livello nazionale, a tutte le coalizioni e alle liste della Camera dei deputati, anche per i collegi uninominali, nonché la ripartizione dei seggi relativa al Senato della Repubblica”.

Il Viminale, ha dunque, corretto la lista degli eletti: alla Camera in Lombardia, oltre a Bossi, entra anche Giulio Centemero. In Molise subentra Elisabetta Lancellotta dei Fratelli d’Italia. Sono quattro su quattro gli eletti del entrodestra in regione: Claudio Lotito e Costanzo Della Porta al Senato, Lancellotta e Lorenzo Cesa alla Camera.

Eletto anche Borrelli

Sarebbe stato anche eletto il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli. Era candidato alla Camera nel plurinominale con Alleanza Verdi-Sinistra. Indicato anche lui tra i non eletti è stato inserito, in seguito all’aggiornamento.

Il Viminale ha corretto anche la lista degli eletti nella circoscrizione Lazio 1 plurinominale 01: ci sarebbero due seggi anziché uno. Dunque oltre a Zingaretti, al Pd andrà un altro seggio: la seconda risulta Marianna Madia, mentre terzo il segretario cittadino del Pd Andrea Casu a cui presumibilmente sarà attribuito il secondo seggio.

Gli eletti in Calabria

Cambia il quadro degli eletti anche in Calabria. ll Pd perde un seggio a vantaggio del Movimento 5 stelle. In Parlamento entra così il pentastellato Riccardo Tucci.

Per effetto della nuova ripartizione, dunque, i deputati 5 stelle eletti al proporzionale sono 3: oltre a Tucci, sono l’ex procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho e Vittoria Baldino. Nel Pd, invece, i deputati da due passano a uno, Nicola Stumpo.

Eletti in Umbria

In Umbria alla Camera tra gli eletti vengono indicati ora Emma Pavanelli (M5S) Emanuele Prisco (Fdi), Anna Ascani (Pd) e Catia Polidori (FI).

“Errore Viminale nell’attribuzione dei seggi”

Secondo il senatore Roberto Calderoli, l’elenco degli eletti in Parlamento sono frutto di un errore: “Nell’attribuzione provvisoria dei seggi dei collegi plurinominali il ministero dell’Interno ha preso un granchio clamoroso. Vi spiego da dove nasce l’errore. Tutto è corretto fino all’attribuzione dei seggi delle coalizioni a livello nazionale, ovvero sulla base della cifra elettorale nazionale di coalizione dei partiti che abbiano superato l’1%. L’errore nasce nel passaggio successivo dove la cifra elettorale di coalizione nella circoscrizione deve comprendere anche i partiti che hanno superato l’1%”, creando una serie di seggi deficitari che coinvolgono 13 circoscrizioni su 28. Purtroppo l’errore è a monte”.

Articoli correlati

Back to top button