Cronaca

Eredi di Totò citati in giudizio: la famosissima “Malafemmena” potrebbe essere un plagio

Piero e Paolo Minelli, due ufficiali dell’Aereonautica italiana, starebbero per citare in giudizio gli eredi del principe Antonio de Curtis. Per esaudire un desiderio della loro madre, i due militari vorrebbero stabilire una volta per tutte se Totò abbia o meno plagiato una canzone composta da Maria Pia Donati Minelli, “Autunno d’amore”, nel creare la sua più celebre “Malafemmena”.

Eredi di Totò citati in giudizio

La stessa Donati Minelli in un’intervista rilasciata al Tg 2 raccontò dei suoi sospetti sull’originalità del brano scritto dall’attore e poeta napoletano: «Non voglio parlare di plagio, ma le canzoni si somigliano molto – rivelò la signora –. Mi sono tenuta dentro questa cosa per 67 anni, stavo male ogni volta che ascoltavo quella canzone, ma non ho parlato perché avevo troppa stima di Totò. Ora però basta».
Maria Pia Donati Minelli non ha mai denunciato Totò per plagio. Diversamente fece causa agli autori dei brani “Love in Portofino” e “Taxi”, sostenendo che fossero stati copiati da sue canzoni. Nel primo caso la contesa si chiuse con un accordo tra le parti e una transizione economica in favore della signora, mentre per “Taxi”, dopo un processo andato avanti 14 anni, nel 1984 il giudice stabilì che la canzone portata al successo da Antoine e Anna Identici era effettivamente un plagio di “Valzer brillante” composta dall’insegnante umbra, che fu risarcita con 110 milioni di lire.

Articoli correlati

Back to top button