Cronaca

Esame di maturità 2024, la seconda traccia della prova di italiano | LO SVOLGIMENTO

Qual è la seconda traccia della prima prova dell’esame di maturità 2024? Iniziano oggi, mercoledì 19 giugno, gli esami di stato per migliaia di maturandi italiani. Dopo il ritorno alla normalità post Covid, per il 2024 si conferma lo stesso impianto: ci sono due prove scritte a carattere nazionale (decise, cioè, dal Ministero) e un colloquio. Le commissioni sono composte da commissari interni ed esterni e presiedute da un presidente esterno.


Leggi anche: Esame di Maturità 2024, tutte le tracce uscite in diretta


Il Ministero mette a disposizione per tutti gli indirizzi di studio sette tracce che fanno riferimento agli ambiti artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico, economico, sociale. Gli studenti possono scegliere, tra le sette tracce, quella che pensano sia più adatta alla loro preparazione e ai loro interessi. La prova può essere strutturata in più parti. Ciò consente di verificare competenze diverse, in particolare la comprensione degli aspetti linguistici, espressivi e logico-argomentativi, oltre che la riflessione critica da parte del candidato.

Esame di maturità 2024, la seconda traccia della prova di italiano

Come secondo autore è uscito Luigi Pirandello. Gli studenti che sceglieranno questo autore dovranno confrontarsi con l’analisi del testo sull’opera “Quaderno di Serafino Gubbio”.

Il titolo della seconda traccia

Per l’analisi del testo della Maturità 2024 è uscito un estratto dal testo di Pirandello “Quaderni di Serafino Gubbio operatore”. Proponiamo un riassunto agile e preciso senza pedanteria, corredato da spunti tematici, per aiutare gli studenti a districarsi in questo romanzo di Pirandello, molto complesso e di straordinaria modernità.

Svolgimento e spiegazione

L’opera, pubblicata nel 1925, rappresenta una riflessione profonda e attualissima sulla condizione umana nell’era della modernità e della tecnologia. Serafino Gubbio, l’operatore cinematografico che dà voce al romanzo, è un personaggio emblematico della crisi dell’individuo nella società contemporanea.

Attraverso i suoi “quaderni”, Gubbio ci offre uno sguardo disincantato e amaro sul mondo che lo circonda, dominato dalla frenesia del progresso e dalla mercificazione dell’arte. La sua figura, apparentemente marginale, diventa simbolo dell’alienazione e della perdita di identità dell’uomo moderno.

La scelta di Pirandello e del suo “Serafino Gubbio” per la Maturità 2024 offre agli studenti l’opportunità di confrontarsi con un autore chiave del Novecento, di analizzarne lo stile unico e di riflettere sui temi universali che emergono dalla sua opera.

Orizzontescuola

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio