Cronaca

Etichetta del cibo, addio alla data di scadenza: la proposta dell’Europa

Cambia l’etichetta degli alimenti, con l’addio annunciato alla data di scadenza. Una proposta della Commissione europea che, alla classica dicitura “da consumarsi preferibilmente entro il…” e alla data di scadenza, propone di aggiungere l’avviso “Spesso buono oltre…”.

La modifica per ora è contenuta in una bozza di atto delegato sul quale Bruxelles è da tempo al lavoro e si confronta ora con gli Stati membri.

Etichetta del cibo, addio alla data di scadenza

Bruxelles da tempo è al lavoro e si confronta ora con gli Stati membri. L’aggiunta, è la tesi dell’esecutivo comunitario, è opportuna per ridurre lo spreco dai numeri esorbitanti: 57 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari (127 chili per abitante) vengono prodotti nell’Ue ogni anno, con un costo a carico dei Ventisette di circa 130 miliardi di euro.

Lo scorporo della data di scadenza “vuol dire che al momento non c’è nessuna intenzione di modificare il pacchetto delle informazioni ai consumatori, come l’etichettatura nutrizionale fronte-pacco e gli avvertimenti salutistici sugli alimenti. In questa legislatura molto difficilmente ne discuteremo“, ha spiegato l’eurodeputato Paolo De Castro (Pd), intervenendo alla convention annuale dell’Associazione europea dell’industria lattiero-casearia.

La strategia

Ad ogni modo, la nuova avvertenza è solo un primo passo nei piani di Bruxelles per contenere gli sprechi di cibo. La squadra di Ursula von der Leyen, infatti, nei prossimi mesi inizierà a discutere di una modifica mirata della direttiva rifiuti.

Articoli correlati

Back to top button