Cronaca

Fabio Fazio come Willy Wonka, salva una fabbrica di cioccolato: “Ci andavo da bambino”

Fabio Fazio, conuttore di "Che tempo che fa, rileva Lavoratti

Il conduttore Fabio Fazio rileva e salva una fabbrica di cioccolato e si trasforma in Willy Wonka. Il conduttore di Che tempo che fa ha rilevato l’azienda Lavoratti, che rischiava di chiudere per sempre.

Fabio Fazio salva una fabbrica di cioccolato

Grazie all’intervento del conduttore, gli operai dell’azienda di Varazza potranno continuare a lavorare nella piccola fabbrica di cioccolato. La seconda vita di Fabio Fazio è un ritorno nella natìa Liguria di Ponente, a Varazze, dove insieme all’imprenditore Davide Petrini, già campione europeo di apnea, ristoratore e produttore di mascherine Ffp2, essenzialmente un amico di infanzia del conduttore televisivo, ha rilevato un laboratorio di cioccolato, Lavoratti 1938.

Questa azienda e questa nuova attività è una pausa di felicità dopo i 55 anni – ha detto Fazio in una conferenza stampa a Portofino presso il ristorante di Carlo Cracco e con la partecipazione del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – un modo di riassaporare l’infanzia e la magia di quelle uova di cioccolata che i nonni mi donavano a Pasqua. E poi ridare vita a un laboratorio di cioccolato mette buon umore, che è un po il mio mestiere di sempre“.

Toti ha consegnato Fazio la maglia della Sampdoria col numero dei centravanti, il 10. “Questa avventura – ha precisato Fazio – non nasce con volontà speculative, di mero business, ma per creare una oasi di pace“. Da Noto, in Sicilia, arriva il maestro pasticcere Corrado Assenza che ha selezionato ingredienti, firmato le meticolose ricette a base di cacao al 60%, e avviato un laboratorio parallelo per produrre in loco polveri naturali di frutta attraverso la disidratazione.

Lavoratti 1938

La storica fabbrica di cioccolato Lavoratti 1938 riparte, col marchio e l’azienda acquisita da “Dolcezze di Riviera” ed è una storia a lieto fine per 15 artigiani del gusto che tornano a lavorare tra praline, creme e tavolette da ‘sfogliare’ in confezioni ecosostenibili d’antan che evocano libri, portamatite, scatole di latte; i compagni dell’infanzia delle generazioni over 50.

Nata nel 1938, la Lavoratti di Varazze è un’azienda creata da Aliberto Lavoratti, discendente di una famiglia di giostrai che cominciò a produrre cioccolato in una piccola bottega nel centro del borgo ligure. Ha portato avanti una tradizione di famiglia, specializzata anche in uova di Pasqua di qualità, ma il Covid ha minacciato la piccola azienda e nel 2020 oltre 300 mila euro di merce sono rimaste in magazzino a prendere polvere, mettendo in crisi la Lavoratti in modo insostenibile.

Quando la passione imprenditoriale incontra la genuinità del gusto, il successo non può che essere assicurato. Le mie più sentite congratulazioni all’imprenditore Davide Petrini e al suo socio Fabio Fazio, volto noto del piccolo schermo, per aver riconsegnato un futuro produttivo e occupazionale allo storico stabilimento di Varazze di Lavoratti, leader nella produzione del cioccolato” ha scritto lo scorso luglio l’assessore allo Sviluppo, Industria e Commercio della Regione Liguria, Andrea Benvenuti.

Articoli correlati

Back to top button