Cronaca

Fascia è il comune più vecchio d’Italia ma presto avrà un nascituro: non accadeva da 23 anni

"Ci sarà il primo nascituro, è bellissimo e sicuramente appena finirà l'emergenza sanitaria festeggeremo" ha commentato il sindaco di Fascia

È Fascia, in provincia di Genova, il comune più vecchio d’Italia. A dirlo è l’ultimo dato sul Censimento Istat del 2019. L’età media è 66 anni ma presto questo dato cambierà. A breve infatti Fascia diventerà il luogo di nascita di un bambino, spezzando così una catena ferma a 23 anni fa.

Fascia è il Comune più anziano d’Italia: l’età media supera i 66 anni

Il sindaco del piccolo centro della Val Trebbia, in provincia di Genova, è un ‘giovane’ di 49 anni che fa l’imprenditore: Marco Gallizia. “Siamo il paese più anziano, ma qui si vive proprio bene grazie all’aria pura, all’assenza di inquinamento acustico e ai prodotti della nostra terra da cui nascono cibi sani“.

Fascia, che in estate passa da 73 a 1800 abitanti grazie alle seconde case e ai vacanzieri, ha molti cittadini tra gli 80 e i 90 anni, ma in questo anno particolare ha registrato un fatto che porta speranza. Il sindaco lo presenta così. “Si è trasferita una coppia di trentenni per motivi di lavoro, ed è stato davvero un bel segnale“.

Una nuova nascita per il comune più vecchio d’Italia

L’ufficio anagrafe di Fascia registrerà una nascita, la prima dopo 23 anni: “Ci sarà il primo nascituro, è bellissimo e sicuramente appena finirà l’emergenza sanitaria festeggeremo“. E per il 2021 il sogno è semplice: “Speriamo che ci sia un’altra nascita. Abbasserebbe l’età media, ma in fondo a noi questo primato non dispiace“.

Articoli correlati

Back to top button