Coronavirus, al via la fase due: le date di riapertura di tutti i settori, si studia la bozza

fase-due-coronavirus-bozza-date

Fase due del coronavirus, la bozza con le possibili date della ripartenza. Dal 4 maggio inizierà un graduale ritorno alla normalità

È iniziata la fase due dell’emergenza coronavirus. In queste ore circola una bozza iniziale con le date su cui il governo sta lavorando per un graduale ritorno alla normalità. Ad ora comunque l’unica certezza è rappresentata dalla proroga delle misure di contenimento fino al 3 maggio.

Fase due del coronavirus, le possibili date della ripartenza

Ecco le date contenute nella bozza relativa alla gestione dell’emergenza coronavirus:

  • 18 aprile possibile annuncio della riapertura di alcune aziende agricole e industrie (non tutte).
  • 4 maggio finisce la fase 1, sarà di nuovo permessa la circolazione dei cittadini ma con obblighi precisi, come mascherine e distanza di sicurezza. Prevista la riapertura di alcune attività commerciali come negozi tessili, di arredamento e d’abbigliamento con ingressi scaglionati, file lunghe e prenotazioni (no all’apertura in questa fase dei centri commerciali).
  • 1112 Maggio: ipotesi di riapertura tribunali e uffici professionali.
  • 18-25 Maggio: riapertura di altre attività di ristorazione con distanze da rispettare in modo rigoroso, possibile anche la riapertura estetisti, parrucchieri e barbieri con obbligo mascherina e ingressi singoli.
  • 31 Maggio: ripartenza campionato di calcio e altri sport collettivi.
  • Giugno-luglio: riapertura centri sportivi ma solo per sport individuali o lezioni con basso assembramento. È l’inizio della fase 3.
  • Settembre: riapertura scuole superiori con divisione turni e lezioni online, ancora da decidere materne ed elementari.

Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

TAG