Cronaca

Governo Draghi, Federico D’Incà è il Ministro ai Rapporti con il Parlamento

Si tratta di una riconferma, visto che aveva questo incarico anche nel precedente esecutivo Conte-bis

Federico D’Incà è il ministro per i Rapporti con il Parlamento del governo Draghi. Si tratta di una riconferma, visto che aveva questo incarico anche nel precedente esecutivo Conte-bis.

Pentastellato della vecchia guardia, uomo di mediazione, presenza fissa nelle Aule parlamentari, questore della Camera: il bellunese nel 2019 aveva raccolto l’eredità di Riccardo Fraccaro.

Federico D’Incà è il Ministro ai Rapporti con il Parlamento: chi è

Laureato in economia e commercio all’Università degli Studi di Trento, attivista civico sul territorio bellunese, ha aderito ai primi meetup del Movimento 5 stelle diventando promotore delle liste a Belluno e Feltre, nel 2012.

Carriera

Deputato della Repubblica italiana dal 2013, ha avanzato in Parlamento diverse istanze provenienti dai territori montani del Veneto in collaborazione con i gruppi locali del M5S, alcuni comitati civici e le amministrazioni locali. Membro della Commissione bilancio, tesoro e programmazione, ha ricoperto anche il ruolo di Capogruppo e successivamente, di Presidente del Gruppo del Movimento 5 stelle.

Rieletto alla Camera dei deputati nel 2018, come questore ha dato direttive per il contenimento dei costi che hanno portato a un risparmio di 52 milioni di euro annui nella gestione dell’assemblea, che sommati a 48 milioni di euro di avanzi di amministrazione precedenti, costituiscono una restituzione complessiva al bilancio dello Stato di 100 milioni di euro, la più alta di sempre.

Fino a novembre 2019, seguendo la pratica condivisa dagli eletti del Movimento 5 stelle, ha restituito ai cittadini italiani 208 881 euro. Nell’ambito del Governo Conte II viene incaricato Ministro per i rapporti con il Parlamento e le Riforme.

Articoli correlati

Back to top button