Cronaca

Obbligano la figlia ad avere rapporti con anziani, poi la “vendono”: arrestati

Due genitori rumeni obbligavano i figli a tali prestazioni. Anche frustate e minacce in cambio di 20 euro

Obbligano la figlia ad avere rapporti con anziani, poi la “vendono“: arrestati. A porre fine all’incubo in cui si trovava l’adolescente gli agenti della Squadra mobile di Vercelli.

Rapporti sessuali e frustate

Due genitori romeni costringevano la figlia 13enne ad avere rapporti sessuali in cambio di piccole somme, dai 20 ai 50 euro. Tra i clienti anche anziani e tra le prestazioni anche frustate oltre a minacce. Stessa sorte anche per i suoi fratelli, rispettivamente di 1 e 2 anni.

La “vendevano” anche

Gli investigatori hanno accertato che la ragazzina, oltre a essere costantemente maltrattata, veniva perfino “venduta” dai genitori a clienti “fidati”, spesso anziani vercellesi. Le indagini erano partite già l’aprile dello scorso anno evidenziando fin da subito la tragica situazione.

Clienti nei guai

Per 3 dei clienti sono scattate le misure cautelari, 2 arresti domiciliari e un obbligo di dimora mentre i genitori della ragazzina sono stati raggiunti da una nuova ordinanza cautelare in carcere per sfruttamento della prostituzione minorile oltre che per maltrattamenti. Le vittime, ovvero i 3 figli, sono stati trasferiti in una struttura di assistenza protetta.

Articoli correlati

Back to top button