CronacaLavoro

All’Antico Vinaio, il proprietario regala 1.000 euro (netti) ai dipendenti: “Questo per dirvi grazie”

Firenze, mille euro in regalo ai dipendenti dell'Antico Vinaio. I 1.000 euro netti saranno regalati per il mese di agosto

Un premio di mille euro a tutti i dipendenti dell’Antico Vinaio di Firenze. Il titolare dello storico locale che serve schiacciatine calde e fumanti ha deciso di premiare così i suoi lavoratori. “Sono veramente onorato e orgoglioso, e spero che lo siate anche voi, dell’azienda che siamo stati, che siamo, e che spero diventeremo” ha detto Tommaso Mazzanti, proprietario dello storico locale in un video pubblicato su Instagram.

Firenze, mille euro in regalo ai dipendenti dell’Antico Vinaio

L’attività situata nel centro di Firenze, e che oggi ha una sede anche a Roma, negli ultimi anni è andata incontro ad una enorme popolarità. Merito dei social, dove la frase simbolo “bada come la fuma” è diventata un vero e proprio inno. Ecco perché Tommaso Mazzanti ha deciso di premiare i suoi dipendenti. “Questo  è un piccolo regalo per dirvi grazie” dice il proprietario in un video pubblicato su Instagram in cui si rivolge ai 540mila follower e ai dipendenti per raccontare le motivazioni del suo gesto.

I 1.000 euro netti saranno regalati per il mese di agosto, “un incentivo per le vacanze” rivolto a tutti, e non solo ai dipendenti che da anni prestano servizio nei tanti locali dell’Antico Vinaio. “È un incentivo anche per le nuove leve – dice Tommaso -. Perché l’Antico Vinaio è una famiglia. Noi siamo uniti come una grande famiglia. Riusciremo a fare qualcosa di grande e non solo a livello nazionale, ma anche a livello mondiale”.

Il regalo, spiega il titolare, deriva anche dal grande lavoro durante la pandemia Covid. “Abbiamo passato veramente dei momenti difficili sia dal punto di vista psicologico ma anche dal punto di vista lavorativo. Però nell’ultimo anno ci siamo veramente rimboccati le maniche – dice con il sorriso Tommaso Mazzanti – e siamo riusciti a raggiungere dei traguardi pazzeschi. Basta pensare che nell’ultimo anno solare abbiamo aperto due sedi a Roma, una a New York, una in San Marco a Firenze. Ne apriremo un’altra a Milano a breve e un’altra tra pochissimi mesi a New York”.

Articoli correlati

Back to top button