Cronaca

Epidemiologo Forastiere: “Lockdown a febbraio per far calare i contagi, solo zone rosse sono efficaci”

Occorre "un lockdown deciso, programmato, magari che duri un mese": è quanto sostiene l'epidemiologo Francesco Forastiere

“Serve un lockdown a febbraio per far calare i contagi. Solo così possiamo far scendere la curva”. I contagi scendono troppo lentamente perché “zone gialle e arancioni non incidono su curva, solo le regioni in rosso hanno avuto una discesa rapida”, quindi per far scendere la curva occorre “un lockdown deciso, programmato, magari che duri un mese”: è quanto sostiene l’epidemiologo Francesco Forastiere, professore all’Imperial College di Londra e direttore scientifico della rivista ‘Epidemiologia e prevenzione.

Lockdown a febbraio?

“Osserviamo quello che è accaduto nella prima fase nella scorsa primavera, solo un lockdown totale può far scendere i casi in modo radicale e completo” analizza Forastiere all’Adnkronos Salute, aggiungendo: “Se osserviamo quello che è accaduto a novembre-dicembre, solo le regioni con colore rosso hanno avuto una discesa rapida della curva epidemica. Il lockdown è un sacrificio indispensabile per poter riprendere in modo sistematico il tracciamento dei contatti.

Febbraio è un mese ancora critico per le sindromi influenzali, anche se per ora c’è stata una drastica riduzione dei casi di influenza. E poi c’è una situazione internazionale critica, il mondo intero è in allarme e i Paesi a noi vicini hanno livelli inaccettabili di circolazione del virus, e ci sono le varianti che possono essere più contagiose e letali”.

Articoli correlati

Back to top button