Scienza e Tecnologia

Formazione da casa: quali sono i corsi più diffusi

In tempi di crisi la ricerca di un lavoro si fa sempre più complicata e l’emergenza degli ultimi mesi, legata alla diffusione del virus, altro non ha fatto che acuire questa tendenza. Un inedito assoluto che ha anche fatto esplodere ulteriormente il ricorso alla rete.

Oggi sul web si fa qualsiasi cosa, compresa lavorare e formarsi; la paura del Covid-19 spinge molti ad adottare comportamenti improntati alla massima prudenza scegliendo la propria abitazione anche per affinare il proprio grado di preparazione. Andiamo a vedere più da vicino il fenomeno per cercare di capirne di più.

Mooc, un acronimo sempre più diffuso

Mooc è l’acronimo di Massive online open courses (Corsi online aperti su larga scala) e ormai sta ad indicare, in maniera molto chiara, la formazione a distanza. Una proposta sempre più variegata, che vede in prima linea docenti universitari o esperti delle più disparate materie che decidono di mettere a frutto, in questo modo, le competenze accumulate nel corso degli anni.

Così facendo diventa possibile approfondire una materia o specializzarsi in un settore senza alcun bisogno di frequentare corsi di persona, spesso costosi. I Mooc, invece, sono gratuiti, aperti a chiunque e accessibili a qualsiasi dispositivo.

Le principali piattaforme italiane

Anche in Italia il pacchetto di corsi di formazione online è estremamente popolare e vede molte piattaforme nate per dispensare formazione a distanza. Tra queste, parlando di realtà private, vi è il portale Formalia.it che offre tantissimi corsi di formazione online in varie aree di interesse.

Parlando anche di soggetti pubblici, da citare le iniziative del Miur (Ministero dell’Istruzione) che organizza progetti in concorso con diverse università italiane cui spetta il compito di fornire una formazione a chiunque lo desideri. I corsi dispensati prevedono il rilascio di un certificato di partecipazione, di crediti formativi universitari o di un titolo formativo, ad esempio un Master o un corso professionale.

E l’aspetto interessante è che, da prima della diffusione del Covid 19, molti atenei (dalla Sapienza di Roma a Ca’ Foscari di Venezia) si erano già affidati alla didattica online. Un modo pratico per acquisire nozioni che non solo possono garantire un bagaglio di competenze preziose nel mondo del lavoro, ma anche aiutare nella formazione di quella specializzazione che è, in fondo, il solo modo per reggere una competizione che è sempre più presente in tempi di globalizzazione

Articoli correlati

Back to top button